• bitcoinBitcoin$64,982.000.67%
  • ethereumEthereum$3,541.643.65%
  • elrond-erd-2MultiversX$29.604.83%

Banca Centrale della Cina Potrebbe Disciplinare il Bitcoin come “Investment Alternative”

Banca Centrale della Cina Potrebbe Disciplinare il Bitcoin come "Investment Alternative" - cryptorobin.it

La Banca Centrale della Cina ha emesso un comunicato in cui definisce il Bitcoin un “investment alternative“.

Il governatore della Banca Popolare Cinese (PBoC), Li Bo, è intervenuto di recente durante una conferenza di economia a proposito di critpovalute:

We regard bitcoin as crypto assets. Crypto assets are investment alternatives, and they are not a currency per se. The main goal we see for crypto assets is mainly investment alternatives“.

Ha rappresentato la prima volta in cui un legislatore cinese di grado elevato ha fatto riferimento al Bitcoin come un investimento e l’ha distinto dal suo uso come valuta.

Già da molti anni, la PBoC si è detta contraria alle criptovalute dato che sono usate in attività illegali. Il legislatore cinese ha vietato alcune ICO nel 2017 e nel 2018, quando hanno vietato completamente il trading di criptovalute.

Ci sono stati diversi rapporti in cui si è detto che le stablecoin come Tether (USDT) sono state usate in larga scala nel paese per le scommesse illegali e il riciclaggio.

In seguito alla popolarità delle criptovalute, la Cina ha avviato il programma per l’emissione dello yuan digitale.

Li ha fatto intendere che la banca centrale è più interessata alle stablecoin per transazioni private e ha detto che richiedono una migliore è più solida regolamentazione rispetto al BTC.

Going forward, any stable coin which has the ambition to become widely accepted payment solution will need very strong regulation, same as a quasi-bank to serve that kind of function“.

Gli analisti credono che il divieto di una stablecoin sia più probabile rispetto a quello sul Bitcoin. Questo divieto potrebbe arrivare prima di quanto si pensi:

The reason this ban might happen in this decade is due to fact that the adoption of stablecoins occurs underground, they might be used for capital flights and therefore could represent a threat to Digital Yuan efforts if the financial activity of stablecoins occurring in China reached significant volumes going forward“.

Li ha poi fatto riferimento alla natura speculativa delle criptovalute che minaccia la stabilità dell’economia cinese.

Va detto però che malgrado il divieto sul trading di criptovalute, la Cina rimane leader del mining di crypto. Oltre la metà dell’hash power sul network di Bitcoin viene dalla Cina.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *