• bitcoinBitcoin$68,371.00-1.33%
  • ethereumEthereum$3,827.442.12%
  • elrond-erd-2MultiversX$39.04-1.00%

Barcellona e Real Madrid Insieme Nel Web3

barcellona real madrid metaverso

Incredibile ma vero: le due acerrime rivali della Liga spagnola, Barcellona e Real Madrid, hanno presentato congiuntamente domanda per brevettare un marchio nel web3.

La domanda è stata presentata da entrambe le squadre allo United States Patent and Trademark Office (USPTO).

La domanda è stata presentata dall’avvocato Mike Kondoudis, un vero esperto nel campo visto che ha già traghettato, tra gli altri, nel metaverso, Paris Saint Germain, Mastercard e KFC

Nel caso della squadra francese che annovera campioni del calibro di Messi, Neymar, Mbappé e Verratti, è stata richiesta licenza per avere wallet crypto, transazioni con criptovalute, abbigliamento, attrezzatura sportiva ed elettronica. Sempre tutto virtuale.

Similmente, la domanda di brevetto delle spagnole include giochi di realtà virtuale, abbigliamento virtuale, calzature e copricapi non scaricabili, software di gestione delle transazioni blockchain scaricabili, software di wallet elettronico e altro ancora.

Una simile domanda di brevetto è stata recentemente presentata anche dalla Premier League inglese e poi singolarmente dal Crystal Palace.

Ma sono veramente tantissime le aziende che stanno cercando di depositare brevetti simili, non solo nel mondo dello sport. Walmart, la più grande catena di supermercati negli Stati Uniti, lo ha fatto a dicembre 2021 per almeno sette marchi.

In totale, da gennaio a maggio sono state presentate allo USPTO oltre 2.700 domande di brevetto per il metaverso, oltre 500 in più rispetto allo stesso periodo del 2021.

Secondo McKinsey & Company, il metaverso nel 2022 vede già investimenti per 120 miliardi di dollari: il doppio rispetto a tutto il 2021.

barcellona real madrid metaverso

Articoli correlati

Mastercard Si Prepara A Entrare Nel Metaverso

KFC Si Prepara A Entrare Nel Metaverso

Metaverso – Un Mondo Completamente Nuovo

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *