• bitcoinBitcoin$64,981.00-0.19%
  • ethereumEthereum$3,527.18-1.20%
  • elrond-erd-2MultiversX$29.33-1.68%

BarnBridge ($BOND): La DeFi a rischio ridotto

Barnbridge Bond

Oggi daremo un’occhiata a BarnBridge, un protocollo multipiattaforma che tokenizza le fluttuazioni del mercato e l’esposizione al rischio. Spiegheremo anche alcune delle sue caratteristiche e vantaggi e daremo una rapida occhiata al suo token nativo, il BOND.

Che Cos’è BarnBridge?

BarnBridge è un progetto piuttosto complesso, cerchiamo quindi di semplificarlo il più possibile. Si tratta di una piattaforma DeFi che cerca però di facilitare una transizione tra la finanza tradizionale, dove questi prodotti finanziari esistono già, e la DeFi, attraverso alcune soluzioni di gestione del rischio. È stato lanciato nel settembre 2020, dopo aver chiuso un round da 1 milione di dollari.

SMART YELD

La DeFi, come sappiamo, è un concetto nuovo e tutta l’infrastruttura, intesa come insieme di strumenti già esistenti per la finanza tradizionale, qui non sono stati ancora del tutto implementati. Anche se concettualmente sono molto simili, alcuni meccanismi fondamentali sono completamente diversi: la DeFi è open source e la finanza tradizionale è closed source, la prima è decentralizzata e la seconda è centralizzata, e così via. C’è quindi bisogno di un team in grado di trasferire gli strumenti della finanza tradizionale sulla DeFi, tenendo ovviamente conto dei suoi paradigmi.

Nello specifico, la capacità di dividere il rischio in segmenti più o meno grandi del rendimento è qualcosa che esiste da tempo nelle finanze tradizionali, per esempio esempio attraverso i CDO. È qui che entra in gioco BarnBridge che ha adottato e introdotto questo processo in DeFi, in una forma ancora più efficiente, poiché elimina gli intermediari, attraverso prodotti che rientrano nella categoria degli Smart Bond.

Il rendimento SMART YELD è stato rilasciato a marzo 2021. SMART è l’acronimo di Structured Market Adjusted Risk Tranche. Si tratta di uno strumento costruito per ridurre la componente di rischio associata al rendimento. Ci sono due gruppi di partecipanti a questo tipo di prodotto:

  • obbligazionisti senior con la versione tokenizzata di un rischio più basso di smart bond. Quando depositano e acquistano obbligazioni, ottengono un tasso di rendimento garantito fissato al momento dell’acquisto per tutta la durata dell’obbligazione.
  • titolari di token junior, dove il rischio è maggiore, quindi è per gli utenti che desiderano un TAEG più fluttuante.

Se il rendimento dell’intero pool diminuisce, i titolari di token junior avranno un TAEG inferiore mentre gli obbligazionisti senior avranno lo stesso TAEG. È lo stesso se aumenta il TAEG del pool. Abbiamo anche Smart Alpha, dove il fattore di rischio deriva dal prezzo dell’asset, al contrario dello smart yield, dove deriva dal rendimento. Lo schema operativo è lo stesso, attraverso “tranche” e tokenizzazione.

Facciamo un esempio. Immaginiamo di avere ETH di $ 3.000, col prezzo che scende a $ 2.500: il segmento più rischioso (tranche junior con il token jETH) assorbirà la maggior parte della perdita. mETH, la tranche di mezzo, assorbirà una perdita minore, e tranche senior (sETH) la perdita più piccola. Se il prezzo dell’ETH dovesse salire a $ 3.500 si verificherebbe la stessa identica cosa.

 

Smart Exposure

C’è anche un prodotto che è stato rilasciato il 5 luglio, chiamato Smart Exposure in grado di ribilanciare automaticamente i pool di liquidità. Prendiamo come esempio ETH e WBTC. Se un investitore vuole mantenere il rapporto, diciamo, 50% – 50%, il protocollo ribilancia automaticamente la posizione quando uno dei token fluttua.

BarnBridge, tra l’altro, ha trasferito anche Smart Yeld e Smart Exposure anche su rete Polygon. L’obiettivo è quello di ridurre il rischio dei rendimenti di mercato dei prestiti e di concentrazione del portafoglio. Mentre Smart Yield offre rendimenti variabili fissi e con leva ai depositanti nei mercati dei prestiti, Smart Exposure automatizza invece la gestione delle posizioni.

Vale la pena ricordare che Smart Exposure è stato distribuito solo una settimana dopo la sua distribuzione iniziale sulla mainnet di Ethereum. Quello che cambia è che il ribilanciamento avviene esclusivamente in base al tempo che passa, cioè ribilanciamento giornaliero, invece che legato, per esempio, allo scostamento tra i due asset oltre una determinata soglia.

 

Tokenomics

Il token di governance che alimenta il protocollo BarnBridge è BOND. Ha una fornitura massima di 10 milioni, con quasi 3,5 milioni in circolazione. Il token è ben distribuito, con quasi il 70% verso la comunità e il resto verso investitori, team, consulenti e tesoreria DAO. È previsto inoltre un periodo di staking del token di 100 settimane.

 

Il Team

I co-fondatori di BarnBridge sono Troy Murray, Tyler Ward, insieme poi a Milad Mostavi, Dragos Rizescu e Bogdan Gheorghe. Troy Murray è anche il fondatore della società di ricerca e sviluppo di criptovalute RUDE_labs e ha esplorato il modo in cui la tecnologia blockchain può avvantaggiare i media fin dal 2012.

Tyler Ward, invece, è il fondatore di Proof Systems, una delle più grandi società di marketing e UI/UX specializzata in risorse digitali. Ha anche lavorato con ConsenSys, Dharma Capital e NEAR Protocol. I suoi sviluppatori fanno parte della società di sviluppo Web3 di Bucarest chiamata Digital Mob.

Il progetto è sostenuto da importanti leader del settore, con il seed round che include partecipanti del calibro di Stani Kulechov (Aave), Kain Warwick (Synthetix) e Andrew Keys (DARMA Capital), solo per citarne alcuni. I primi due sono anche consulenti del progetto.

 

Conclusioni

BarnBridge è un progetto innovativo e ben realizzato. L’idea non è originale, ma è stata adattata per la DeFi e migliorata poiché non ci sono intermediari, tutto infatti avviene tramite gli smart contract. Questo permette a BarnBridge di accedere a un segmento di utenti DeFi esperti e lo rende un progetto interessante nel lungo periodo.

Il team sta spostando il sistema di governance in una DAO, che forma una comunità più attiva e fedele. Inoltre, anche la parte di tokenomics è ben congegnata. Tutte queste caratteristiche, insieme a un team ben noto ed esperto, sono indicatori che il progetto è destinato a durare e a posizionarsi bene nella sua nicchia di mercato.

 

 

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *