• bitcoinBitcoin$68,492.00-0.86%
  • ethereumEthereum$3,899.992.47%
  • elrond-erd-2MultiversX$39.040.73%

Centrale Idroelettrica Cinese Rivela Piani per “Blockchain Computing”

Centrale Idroelettrica Cinese Rivela Piani per "Blockchain Computing" - cryptorobin.it

Il governo della provincia di Yunnan in Cina progetta di supportare il locale sviluppo della tecnologia blockchain, compresa una decisione che potrebbe dare la spinta allo sviluppo delle infrastrutture per il mining di criptovalute nella regione. Il governo ha rivelato i propri piani lo scorso venerdì, evidenziando dieci aree adatte allo sviluppo della tecnologia blockchain. Lo scopo è offrire sussidi statali alle startup.

Una parte importante del progetto prevede di “support blockchain new infrastructure construction” che significa imprimere un’accelerazione allo sviluppo delle “base-layer blockchain service platforms” e anche di “blockchain computing platforms“.

Lo Yunnan, in modo simile alla vicina provincia di Sichuan, ha accesso a ricche fonti di energia idroelettrica che attualmente sono impiegate anche per l’hashrate di Bitcoin, anche se non arriva a coprire l’intero fabbisogno della provincia di Sichuan.

I servizi di mining nello Yunnan rappresentano il 5,4% dell’intero consumo energetico dei computer connessi alle criptovalute durante aprile dello scorso anno.

Il progetto cui fa riferimento il governo locale non riguarda di preciso il mining delle criptovalute o del Bitcoin. Ma le dichiarazioni sono state rilasciate subito dopo la visita ufficiale delle autorità a diverse imprese locali che si occupano di mining, dove è stato verificato il loro rapporto con l’economia locale.

Yunnan -vs- Sichuan

Questo progetto potrebbe rappresentare il primo passo da parte del governo dello Yunnan per creare qualcosa di simile alle aree di pertinenza statale dedicate al crypto-mining già presenti nel Sichuan.

I miner di Bitcoin in queste due provincie hanno fatto affidamento all’energia proveniente dalle centrali idroelettriche per molto tempo, seppure le autorità locali abbiano cercato di modificare questo stato.

Il consumo elettrico del mining di Bitcoin, però, gioca un ruolo importante durante la stagione delle piogge. Infatti, aiuta a consumare l’eccesso di elettricità prodotto e per questo motivo il governo di Sichuan non aveva intenzione di eliminare le imprese di mining di Bitcoin, anche se il loro consumo si assesta intorno al 50% dell’intera produzione energetica.

Per questo motivo, il governo ha creato la “Hydro-electricity Consumption Industrial Demonstration Zones” aperta a tutte le entità particolarmente energivore, come il mining di Bitcoin.

I miner di Bitcoin presenti a Sichuan hanno adesso l’opzione di operare legalmente all’interno dell’area industriale identificata dalle autorità. Qui possono fare affidamento su una fornitura elettrica adeguata. Questo significa che il governo e The State Grid sono in condizione di generare profitti con le imprese di mining attribuendo loro i costi per il consumo elettrico.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *