• bitcoinBitcoin$67,122.000.34%
  • ethereumEthereum$3,088.75-0.70%
  • elrond-erd-2MultiversX$38.86-3.63%

CEO Etichetta Discografica Lancia un Token NFT sulla Smart Chain Binance

Anthony “Antz” Robb, un imprenditore, CEO e appassionato di criptovalute, ha annunciato attraverso il suo account Instagram di aver creato la sua criptovaluta per acquistare e scambiare NFT. BAIT verrà rilasciata oggi sulla Smart Chain di Binance.

Ha detto: “I’m pleased to announce that Wednesday, May 19, will mark the release of BAIT. BaitCoin will be a cryptocurrency available on the Binance Smart Chain focusing on NFTs. You’ll be able to buy concert tickets, save your favorite moments from an artists’ set with so much more coming. BaitCoin will also have a strong link with charities aiming to better the lives of the less fortunate by collaborating with different charities“.

Antz non è ancora famoso, ma ma si è fatto conoscere sui social media. All’inizio ha creato il proprio canale “I’m Just Bait” con l’obiettivo di raggiungere i 10.000 follower. Col crescere della sua popolarità, Antz ha ricevuto l’offerta di un contratto con Sony, dato che la casa discografica crede nel suo potenziale di trovare nuovi talenti. Adesso il suo canale ha circa 400.000 follower, e ha deciso di esplorare l’ecosistema delle criptovalute.

Uno tra gli aspetti più importanti è che lui insieme al suo team ha creato un NFT che affronta il grosso problema dei biglietti falsi, molto sentito ultimamente. Un NFT sarà coniato ogni volta che viene venduto un ticket così con l’aiuto della blockchain, tutti i ticket diventano unici rendendo così impossibile creare biglietti falsi.

Per il momento la piattaforma di BAIT è ancora in fase di test, Antz prevede che la renderà pubblica prima o poi. Questa piattaforma vuole mandare una scossa all’industria della musica attraverso l’uso di NFT e offre ai musicisti la possibilità di mostrare la propria arte.

Il progetto prevede di offrire contenuti esclusivi ai fan mentre consente agli artisti di ottenere maggiori guadagni rispetto alle tradizionali piattaforme di streaming.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *