• bitcoinBitcoin$29,879.001.75%
  • ethereumEthereum$1,987.500.24%
  • ElrondElrond$87.90-3.56%

Che Cos’è Il Minting Di Token?

token minting

In questo articolo spieghiamo cos’è il token minting, perché avviene, quali sono i vantaggi e gli svantaggi.

 

Che Cos’è Il Minting Di Token?

Un’altcoin sarà sempre disponibile in una rete decentralizzata, che nasce per risolvere un certo problema. I token vengono emessi per consentire a una blockchain di scambiare valori e svilupparsi, stimolando così l’economia. Pertanto, i token hanno un valore funzionale che deriva proprio dal loro utilizzo nell’economia.

Un token minted, cioè coniato, indica un qualsiasi token legittimo di una criptovaluta. Nel mondo crypto, il processo di minting equivale all’emissione di una valuta fiat da parte di una banca centrale, che la mette così in circolazione nel mondo reale.

Tale token è una criptovaluta legittima, la cui fornitura non è fissa, e consente al proprietario di poter coniare molti altri token dello stesso tipo ogni volta che lo desidera.

Il metodo di minting del token che verrà utilizzato è presente nel contratto del token stesso. Allo stesso modo, può essere aggiunto anche un metodo per disabilitare il processo di minting per fermarlo in modo irreversibile.

 

Token Ottenuti Col Minting E Col Mining

I token ottenibili tramite mining vengono creati o emessi rigorosamente in base a specifiche attività e solitamente sono limitati dal meccanismo di consenso della rispettiva blockchain, la proof of work, e permette quindi di ottenere nuovi token nativi della rete .

Il mining comporta la risoluzione di equazioni matematiche molto complesse e l’aggiunta della soluzione ai dati della transazione per confermarla, a seconda dei termini impostati dal protocollo blockchain. Il mining di criptovalute serve anche ad altri scopi, come proteggere la rete e sigillare nuove transazioni in blocchi.

Il minting rappresenta un metodo alternativo per creare nuovi token, ma ottenerli non dipende da alcuna attività specifica. In qualità di creatore di contratti, un utente sarà in grado di creare un nuovo token ogni volta che lo desidera.

Il minting di questi token avviene inviando una transazione che crea nuovi token nell’ambito di uno smart contract specifico per questa funzione. Con l’aiuto della funzione smart contract e all’interno dei sistemi che lo consentono, è possibile creare un numero illimitato di token, senza spendere energia o denaro aggiuntivi.

 

Che Cos’è La Fornitura Di Token Nel Token Minting?

Una componente centrale della tokenomics è la fornitura di un asset.

Ci sono tre parametri dell’offerta a cui di solito si guarda: l’offerta circolante, l’offerta totale e l’offerta massima. Se per alcuni asset l’offerta è fissa, per altri può essere illimitata.

Il modello di distribuzione dei token con offerta fissa è particolarmente interessante perché gli investitori di solito apprezzano gli asset meno comuni, quelli il cui numero è limitato.

D’altra parte, lo scopo principale dell’utilizzo di token con offerta illimitata non è aumentare il prezzo del token iniziale, ma la sua utilità e i suoi benefici.

Nel caso di token ottenuti col minting, questi vengono creati secondo necessità e utilizzati nel protocollo o con applicabilità quando necessario. La rete si forma attorno alla necessità di un particolare token e può scomparire naturalmente se non è più utile.

 

Vantaggi E Svantaggi Dei Token Ottenuti Col Minting

I token ottenuti col minting offrono i seguenti vantaggi:

  • Possono essere utilizzati in diverse fasi delle ICO: Pre ICO, durante l’ICO e Post ICO, per generare così degli stock.
  • Possono essere utilizzati per generare titoli, utility token, coupon, contratti, registri, smart properties, obbligazioni, ecc.
  • Si possono personalizzare per adattarsi al modello di business preferito.

 

Questi token hanno anche degli svantaggi. Ecco quali:

  • Possono aumentare l’inflazione – Se il numero di asset ottenuti col minting aumenta, aumenta anche l’offerta totale, il che porterà a una diminuzione del prezzo.
  • Distribuzione degli asset – Per stabilire incentivi adeguati ed evitare la centralizzazione, tali asset devono essere posseduti da un numero molto elevato di utenti o investitori.

 

Progetti Con Fornitura Minting

Dai (DAI) – è una stablecoin ancorata all’USD, costruita su Ethereum, decentralizzata e utilizzata nel sistema MakerDAO.

Status (SNT) – è un utility token che alimenta un mercato di notifiche push decentralizzato e garantisce la governance nella Status Network e la cura dei contenuti generati dagli utenti sulla rete.

MANA: è il token ERC20 di Decentraland, che può essere coniato e poi bruciato. Per ottenere token LAND non fungibili su Decentraland, i token MANA passano attraverso il processo di burning dei token.

 

Conclusioni

Alcuni progetti utilizzano token ottenuti col minting perché generano facilmente stock, utili in caso di Initial Coin Offering o in combinazione con Crowdsales.

Al fine di evitare l’inflazione, con il meccanismo di minting integrato in uno smart contract, è possibile utilizzare un meccanismo di burning dei token, che consente misure di controllo del prezzo del token.

Tra le piattaforme più note che operano col token minting ci sono MakerDAO, Decentraland e Status Network.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published.