• bitcoinBitcoin$56,839.00-0.59%
  • ethereumEthereum$4,557.03-4.12%
  • ElrondElrond$368.10-1.21%

Che Cos’è La DAO?

DAO spiegata semplice

In questo articolo spieghiamo cos’è la DAO, come funziona, qual è il dilemma principale-agente, come le DAO lo risolvono e come entrare a far parte di una DAO.

Che Cos’è La DAO?

Una DAO (decentralized autonomous organization, cioè organizzazione autonoma decentralizzata) è un sistema basato su blockchain che consente alle persone di coordinarsi e governarsi mentre sono mediate da una serie di regole auto-eseguibili distribuite su una blockchain pubblica con governance decentralizzata, ovvero indipendente dal controllo centrale.

Decentralizzata perché non è necessario l’intervento di un controllo centrale. Autonoma per l’amplificazione degli smart contract e delle transazioni codificate sulla blockchain.

 

Come Funziona Una DAO?

Probabilmente la caratteristica più importante di una DAO è lo smart contract, cioè quello che stabilisce le regole dell’organizzazione, ed è anche responsabile della tenuta della tesoreria del gruppo.

Quando lo smart contract diventa di dominio pubblico su Ethereum, le sue regole possono essere modificate solo a seguito di una votazione. A quel punto sarà impossibile per chiunque fare qualcosa contro le regole o la logica del codice. Poiché la tesoreria è definita anche dallo smart contract, i soldi non possono essere spesi senza avere l’approvazione del gruppo.

Ciò si traduce nel fatto che la DAO non ha bisogno di un’autorità centrale in quanto si affida al gruppo per prendere una decisione collettiva mentre i pagamenti sono autorizzati automaticamente quando ci sono i voti per farlo.

Tutto questo è possibile grazie al fatto che gli smart contract non si possono manomettere una volta che sono attivi sulla rete Ethereum. Le regole DAO impediscono di apportare modifiche al codice senza essere scoperti poiché tutto è pubblico.

 

Il Dilemma Principale-Agente

Probabilmente il vantaggio più importante della DAO è che risolve il dilemma principale-agente.

Quando un sistema ha una struttura che può consentire a un’entità (l'”agente”) di prendere decisioni o intraprendere azioni in nome di un’altra entità (il “principale”), esiste un rischio intrinseco nella divergenza di obiettivi, priorità o accesso a informazioni importanti delle rispettive parti.

Questo rappresenta il dilemma principale-agente e si riferisce al fatto che l’agente potrebbe agire nel proprio interesse, nonostante il fatto che sia stato scelto per prendere decisioni per conto degli interessi del principale.

Poiché la DAO non consente di apportare modifiche senza voto, un problema del genere non può esistere, salvo casi estremi di hacking, che sono estremamente rari.

 

Come Entrare A Far Parte Di Una DAO?

Esistono due modi per far parte di una DAO e da questi dipendono il voto e altre funzioni importanti della DAO.

Il primo modo è il possesso dei token, un sistema che di solito non richiede alcuna autorizzazione. Questi token possono essere scambiati su un exchange decentralizzato oppure possono essere guadagnati fornendo liquidità o altri tipi di proof of work. Fondamentalmente, possedere un token offre il diritto di voto.

Questa opzione viene solitamente utilizzata per governare ampi protocolli decentralizzati o persino i token stessi, come nel caso, per esempio, di MakerDAO. Il suo token, MRK, è presente su diversi exchange decentralizzati, il che significa che chiunque può influenzare il futuro del protocollo acquisendo il token.

Il secondo modo è il possesso di azioni che rimane abbastanza aperto ma può richiedere delle autorizzazioni. Un potenziale membro ha la possibilità di presentare una proposta per aderire alla DAO, solitamente offrendo alcuni token come contributo. Le azioni conferiscono il potere di voto diretto e la proprietà.

Questo sistema è più comune nelle organizzazioni meno strutturate come club di investitori o enti di beneficenza. Può anche governare protocolli e token. Un esempio è MolochDAO, che si concentra sul finanziamento di progetti Ethereum. Richiede una proposta di adesione in modo che il gruppo possa valutare se quella persona ha il capitale e le competenze necessarie per prendere le decisioni giuste per il protocollo.

 

Conclusioni

La DAO consente alle entità di autogovernarsi facendo affidamento sul potere di voto senza alcuna interferenza esterna ed è la prova che la governance centralizzata non è sempre necessaria. Le DAO risolvono il dilemma principale-agente per loro stessa natura e generalmente non è difficile entrare a farne parte.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *