• bitcoinBitcoin$63,744.00-1.47%
  • ethereumEthereum$3,480.42-0.92%
  • elrond-erd-2MultiversX$28.81-0.63%

Chi È Il Tredicenne Indiano Che Ha Fatto I Milioni Con Le Criptovalute

Abbiamo assistito all’scesa delle criptovalute in ogni parte del mondo negli ultimi due anni. Alcuni paesi hanno abbracciato questa nuova tecnologia a braccia aperte, altri sono stati molto scettici o persino ostili all’idea. Tra queste ultime c’è l’India. Eppure, malgrado le restrizioni imposte dal governo, i cittadini hanno mostrato grande interesse nei confronti della nuova tecnologia.

Il prodigio, in questo caso è un ragazzino di 13 anni Gajesh Naik, che ha saputo trarre vantaggio dalla chiusura delle scuole per via della pandemia.

Ha dichiarato al Daily “Since the last one year when physical classes were discontinued due to the pandemic, I decided to take and completed some online certificate courses. Including from University at Buffalo, State University of New York”.

Gajesh ha iniziato a creare contenuti online per gli studenti della scuola primaria nel paese. Presto però si è imbattuto nel mondo della blockchain e qui ha iniziato a sviluppare app sul network di Polygon.

Ha aperto un canale YouTube, che conta 12.000 iscritti, in cui parla di criptovalute e blockchain, intervenendo durante vari eventi su questi temi. Mentre sono 20.000 i follower su Twitter.

Da quando ha 8 anni studia numerosi linguaggi di programmazione e conosce Java, Javascript, C++ e Solidity. Il suo interesse per la blockchain è iniziato nel 2018 quando ha partecipato a un congresso internazionale sul tema.

Quest’anno ha sviluppato due app, PolyGaj e StableGaj, che hanno catturato l’attenzione dei media indiani nelle scorse settimane. La prima è una piattaforma di finanza decentralizzata ed NFT, usato di recente dall’investitore miliardario Mark Cuban ha gestito circa 7 milioni di dollari in criptovalute. Mentre la seconda è un exchange decentralizzato di stablecoin.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *