• bitcoinBitcoin$66,693.004.88%
  • ethereumEthereum$3,497.342.73%
  • elrond-erd-2MultiversX$36.10-2.59%

Come Comprare Bitcoin, Come Minarli, Cos’è L’Halving

Bitcoin previsioni

Bitcoin è la criptovaluta più famosa in tutto il mondo tra le migliaia e migliaia esistenti. In realtà non è solo una moneta digitale, ma un rivoluzionario sistema di creazione della fiducia tra persone sconosciute senza ricorrere a terze parti. Questa rete online è stata realizzata nel 2009 da un programmatore (o gruppo di programmatori) rimasto anonimo: Satoshi Nakamoto.

 

Cosa sono i bitcoin

Bitcoin (con la B maiuscola) “è un’innovativa rete di pagamento e un nuovo tipo di denaro”: così recita il sito ufficiale bitcoin.org. questa rete di pagamento è decentralizzata, peer-to-peer, un po’ come i siti di file sharing. Non c’è nessuna autorità centrale che prende decisioni (per esempio una banca o un Governo). I bitcoin (con la b minuscola) sono la moneta di questo sistema. Possono essere acquistati e venduti online in tutto il mondo in qualsiasi momento. Direttamente da persona a persona, senza intermediari.

 

Come comprare bitcoin

Per comprare bitcoin bisogna ricorrere a un exchange, una specie di cambiavalute online in cui si ottengono BTC (questo è il simbolo di bitcoin) in cambio di valute fiat come euro o dollaro.

Un altro sistema è quello di recarsi presso un ATM fisico, cioè una specie di bancomat dove si ricevono bitcoin in cambio di valuta tradizionale. Il problema è che a oggi questi dispositivi si trovano solo nelle grandi città in Italia. Complessivamente sono poche decine.

Negli USA e in UK si possono ottenere BTC anche direttamente dal sito di PayPal. Chissà, in futuro sarà possibile farlo anche in Italia.

 

Come minare bitcoin

Non c’è una banca centrale o un’altra istituzione che crea bitcoin. Bitcoin è un sistema in cui le transazioni tra le parti devono essere verificate. La verifica avviene tramite la risoluzione di un complesso enigma matematico svolto dai cosiddetti miner che ricevono, come ricompensa, bitcoin. Il mining di bitcoin necessita oggi di computer molto potenti, gli unici in grado di svolgere queste complesse operazioni. Quando il miner ha verificato la transazione la aggiunge al registro pubblico che è la blockchain dove tutti potranno vederla.

Per minare bitcoin servono macchine create appositamente per il mining, le ASIC, costose ed energivore. Esistono anche dispositivi meno performanti ma più economici e che consumano meno. Si collegano al PC tramite porta USB.

Altra soluzione è il cloud mining: un utente può noleggiare la potenza computazionale via cloud pagando una mining farm.

Halving bitcoin

Il sistema della proof of work su cui si regge bitcoin consente di minare un blocco ogni dieci minuti circa. A questo ritmo, ogni quattro anni avviene il dimezzamento della creazione di nuovi bitcoin. Si tratta di una politica monetaria ideata dal creatore Satoshi Nakamoto. I BTC vanno in premio ai miner, che garantiscono la sicurezza della blockchain. Inizialmente, nel 2009, essi ricevevano 50 BTC come ricompensa. Nel 2012 c’è stato il primo halving e si è passati a 25 BTC di ricompensa. Nel 2016 si è scesi a 12,5 bitcoin e nel 2020 a 6,25 bitcoin. Il prossimo halving ci sarà ad aprile o maggio del 2024 quando i blocchi estratti al giorno saranno 144, il premio 3,125 bitcoin per una produzione giornaliera di 450 BTC. Adesso siamo a 900.

Da notare che l’anno dopo ogni halving il prezzo di bitcoin è sempre andato alle stelle.

 

Primo ETF bitcoin

Il 19 ottobre 2021 è stato un giorno importante per bitcoin e le criptovalute: al New York Stock Exchange è stato lanciato ProShares Bitcoin Strategy, il primo ETF su bitcoin. “Una pietra miliare per gli ETF e le criptovalute, una strada conveniente e familiare per accedere agli asset cripto”, secondo Michael Sapir, amministratore delegato del fondo. Grazie a questo ETF si prevede che una platea molto più ampia di investitori possa accedere alle crypto, piccoli e medi risparmiatori retail, ma anche fondi pensione.

Il primo giorno di contrattazione, l’ETF ha fatto registrare +4,85%, quasi un record per questi fondi al debutto. Con questo ETF si scommette sull’andamento futuro di bitcoin senza doverlo acquistare direttamente.

Ad aprile 2022 è stato lanciato il primo ETF su bitcoin in Australia.

 

Bitcoin non è solo una criptovaluta ma rappresenta una tecnologia rivoluzionaria. Non solo un innovativo sistema di pagamento ma un concentrato di invenzioni: decentralizzazione nelle transazioni, blockchain, proof of work, mining, difficulty, che costituisce un cocktail esplosivo.

Bitcoin non è solo speculazione: già oggi, per molti, rappresenta una riserva di valore, un antidoto all’inflazione che erode il potere d’acquisto.

Già oggi rappresenta un’alternativa solida per tutti gli immigrati che inviano rimesse all’estero e che, utilizzando canali quali Western Union o MoneyGram, pagherebbero commissioni elevatissime: soldi sottratti a donne (sono loro che per lo più ricevono questo denaro) che li spenderebbero tutti per l’acquisto di beni e per l’educazione. Sono decine di miliardi di dollari l’anno di commissioni imposte dalle società di money transfer.

Bitcoin è un mondo nuovo per i due miliardi di persone che oggi non hanno accesso a banche e servizi finanziari di nessun genere.

Bitcoin è un sofisticato sistema distribuito elegantemente disegnato che ha risolto il problema di creare una rete decentralizzata e di impedire a chi accede di rubare.

Non è una società, non è un’organizzazione, è un sistema informatizzato open source che opera su migliaia di computer contemporaneamente ma in cui nessuno singolarmente ha il controllo. All’interno del sistema Bitcoin, c’è naturalmente il token bitcoin.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *