• bitcoinBitcoin$66,539.000.38%
  • ethereumEthereum$3,558.210.65%
  • elrond-erd-2MultiversX$33.121.34%

Cresce La Tensione In Ucraina, BTC Sotto $42.000

Cresce la tensione - cryptorobin.it

Cresce la tensione sul confine tra Russia e Ucraina e il prezzo di Bitcoin ne risente, scendendo a quota $42.000. Questo avviene dopo una settimana in cui Bitcoin ha visto una crescita superiore a quota $45.000, per la prima volta da settimane.

Il mondo delle criptovalute sembra essere influenzato dall’attuale situazione nel confine tra Russia e Ucraina dove le truppe militari e gli equipaggiamenti continuano a essere dislocati.

Altri asset considerati di rischio sono stati direttamente interessati dall’andamento del conflitto.

Bitcoin sembra essere influenzato dalle notizie che vengono diffuse dai media USA che riportano un probabile attacco russo già per martedì della prossima settimana.

Il Segretario di Stato USA Antony Blinken ha dichiarato che ci troviamo in uno stallo in cui in qualsiasi momento potrebbe avvenire l’invasione e per questo cresce la tensione tra i due stati e il resto del mondo che sta a guardare.

Molti paesi hanno chiesto ai propri concittadini di lasciare l’Ucraina immediatamente. Stati Uniti, Finlandia, Danimarca e Inghilterra sono tra questi. L’ambasciata americana ha richiesto agli impiegati di evacuare.

I mercati finanziari tradizionali sono stati influenzati nelle scorse ore. Il Dow Jones ha perso 500 punti mentre il Nasdaq ha registrato perdite superiori al 2%.

Questi eventi potrebbero essere la ragione del calo registrato da Bitcoin venerdì, come abbiamo già visto, la criptovaluta è molto sensibile all’andamento degli asset della finanza tradizionale.

È molto importante seguire gli avvenimenti tra Russia e Ucraina nei prossimi giorni. Potrebbero avere un grosso impatto su tutti i mercati e non solo Bitcoin, in tutto il mondo.

Inoltre, l’aumento del tasso di inflazione sta portando a un aumento del tasso di interesse in molte economie mondiali.

Un’invasione russa in Ucraina potrebbe compromettere la stabilità in Europa e spingere ancora più in basso i mercati. Vale la pena sottolineare che se l’invasione avvenisse, il conflitto potrebbe estendersi anche ad altre nazioni, compresi i Paesi Baltici.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *