• bitcoinBitcoin$64,848.00-0.92%
  • ethereumEthereum$3,439.26-1.44%
  • elrond-erd-2MultiversX$37.461.69%

ETH 2.0 Potrebbe Essere Pronto Al Lancio? Le Mosse Degli Sviluppatori Lo Suggeriscono

La scorsa settimana gli sviluppatori di Ethereum Tim Beiko e James Hancock hanno postato la proposta numero 4345 per ritardare a maggio 2022 la risoluzione della difficulty time bomb.

La bomba si riferisce a un processo che renderebbe il mining di Ethereum molto più difficile. L’idea è di arrivare al punto in cui il mining non sia più redditizio.

Quando succederà, la blockchain potrebbe imporre un fermo ai miner dando però modo di scegliere se interrompere le proprie attività o migrare verso altre chain. In questo modo si permetterebbe il passaggio dalla proof-of-work (PoW) alla proof-of-stake (PoS) sul network.

Durante questa fase di transizione, la community dei miner sta affrontando una certa dose di incertezza, anche se è inevitabile il passaggio alla PoS e alla fase 2.0, non c’è dubbio che i miner guardino con interesse a un prolungamento della fase di transizione per massimizzare i profitti potenziali.

Alcuni credono di poter leggere un segnale nella recente posticipazione dell’innesco della difficulty time bomb.

Dopo l’aggiornamento London lo scorso 5 agosto, il sistema di attribuzione del valore delle fee è diventato più prevedibile. Questo però non è stato l’unico cambiamento interessante. Nel corso del tempo i vari aggiornamenti si sono succeduti per dare modo alla bomba di rimanere inerte. Nell’intento di dare vita alla versione ETH 2.0, la detonazione della difficulty time bomb sarebbe dovuta avvenire già due volte: nel 2017 e a novembre 2019.

Il fatto che gli sviluppatori continuino a prendere tempo, significa che non sono ancora pronti a far smettere le attività dei miner tutte in una volta.

Attualmente la posticipazione è fissata a metà del prossimo anno.

Quando sarà lanciato ETH 2.0, allora?

Le ultime informazioni al riguardo provengono dagli sviluppatori di ConsenSys che dichiarano che il merge è previsto tra il primo e il secondo trimestre 2022.

Passare alla PoS significa far girare in parallelo ETH 1.0 e ETH 2.0 fino al momento in cui le due chain possano essere fuse insieme, ed Ethereum smetterebbe di essere una blockchain PoW.

Solo a questo punto, secondo alcuni, Ethereum 2.0 potrebbe funzionare davvero. Alla fine del 2022 ci si aspetta una nuova fase, detta “Shard Chains”, che dovrebbe migliorare la scalabilità.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *