• bitcoinBitcoin$66,437.004.23%
  • ethereumEthereum$3,501.812.45%
  • elrond-erd-2MultiversX$36.14-3.07%

Exchange Australiano CoinJar In Partnership Con MasterCard Per Emettere Carte Di Pagamento

MasterCard ha avviato una nuova partnership con CoinJar, un exchange di criptovalute australiano, per realizzare una carta di pagamento che sfrutta la sua infrastruttura per consentire pagamenti in criptovalute.

Sul blog di CoinJar un post ha specificato che la nuova CoinJar Card permetterà agli utenti di fare acquisti in criptovalute ovunque sia accettata MasterCard.

La CoinJar Card sarà disponibile per gli utenti australiani in forma di carta digitale e fisica, comprese le integrazioni con Apple Pay e Google Pay. Secondo l’annuncio ufficiale, la carta supporta trenta criptovalute, comprese le principali come Bitcoin (BTC), Ether (ETH) e XRP.

Una volta che gli utenti hanno effettuato la propria scelta sulla modalità d’acquisto, CoinJar si occupa di convertire le criptovalute in dollari australiani prima di eseguire la transazione.

L’annuncio evidenzia che non ci saranno “ongoing fees and a low 1% conversion rate — returned to customers via an in-house rewards program”. Il CEO di CoinJar Asher Tan ha detto che la nuova collaborazione darà agli utenti la possibilità di usare le criptovalute nelle transazioni di ogni giorno.

Gli utenti possono ottenere una CoinJar Card attraverso l’app della compagnia che ha aggiornato i propri “Terms of Service to include CoinJar Card and a new complaints process”.

Nel 2014 CoinJar aveva lasciato il mercato australiano e si era spostata in Inghilterra, per evitare le tasse locali sulle criptovalute. Con questa alleanza con MasterCard la compagnia sembra essere di nuovo interessata a tornare sui suoi passi.

MasterCard di recente ha annunciato una collaborazione con un gruppo di aziende attive nel settore delle criptovalute per collaborare alla semplificazione della conversione crypto/fiat. Ha coinvolto Circle, Paxos, Evolve Bank & Trust, Metropolitan Commercial Bank, Uphold, BitPay, Apto Payments, i2c Inc. e Galileo Financial Technologies, per consentire l’esposizione alle criptovalute per i propri clienti.

In questo caso le parti potrebbero usare USD Coin (USDC) per contrastare la forte volatilità che caratterizza quest’ambito.

Anche Visa ha ampliato i propri sforzi per consentire ai clienti australiani di usare una carta di debito che supporta le transazioni con le principali altcoin.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *