• bitcoinBitcoin$66,499.000.33%
  • ethereumEthereum$3,556.900.58%
  • elrond-erd-2MultiversX$33.141.41%

False Mail di AdE Sulle Crypto: Sono Un Attacco Phishing

False mail - cryptorobin.it

Lo scorso 12 gennaio l’Agenzia delle Entrate ha diramato un annuncio in cui mette in guardia i cittadini dalle false mail circolanti a nome dell’agenzia che rappresentano una truffa.

Le mail fanno riferimento a una richiesta per le imposte sostitutive e sono state segnalate da diversi contribuenti insospettiti dalla insolita modalità di contatto via email.

L’Agenzia delle Entrate ha quindi emesso un avviso in cui raccomanda prudenza nei confronti degli impostori che usano il logo dell’agenzia per richiedere il versamento di imposte non dovute.

Nel corpo della lettera si legge che le imposte sarebbero da riferirsi a una nuova legge sul trading online e le criptovalute. AdE ribadisce quali sono i segnali cui prestare attenzione per evitare di cadere in questo tipo di truffa.

Tutte le frodi finora individuate ricalcano lo stesso pattern, cioè riportano allegati che imitano i comunicati ufficiali dell’Agenzia delle Entrate, come gli interpelli o le comunicazioni emesse dagli uffici delle Direzioni provinciali. Questi documenti vengono poi trasformati per apparire il più possibile autentici e convincenti in modo da trarre in inganno i cittadini e convincerli a versare il denaro richiesto.

Non sempre le false mail provengono direttamente da AdE, il più delle volte sono coinvolti dei finti intermediari che dichiarano di agire a nome delle compagnie che operano come mediatori del trading di criptovalute, o come impiegati di banca. Questi affermano di operare per conto dell’AdE come sostituti d’imposta richiedendo il versamento diretto delle quote a compensazione per il pagamento delle tasse.

Le truffe fanno riferimento a imposte non esistenti: “una imposta sostitutiva per operazioni di trading online o una cosiddetta “tassa di ingresso” dovuta per “sbloccare” i ricavi o le plusvalenze derivanti da operazioni realizzate dai contribuenti. Una volta ottenuto il denaro richiesto, si rendono irreperibili”, come si legge sullo stesso sito dell’agenzia.

Alla raccomandazione di prudenza, l’Agenzia allega anche i consigli per effettuare la denuncia ed evitare che altri siano raggirati. I numeri di riferimento sono il call center delle Entrate 800.909696 e la classica denuncia alle forze dell’ordine.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *