• bitcoinBitcoin$65,789.00-2.83%
  • ethereumEthereum$3,468.18-0.29%
  • elrond-erd-2MultiversX$33.90-5.86%

India: Le Forze Di Destra Vietano Le Criptovalute

India - cryptorobin.it

Lo Swadeshi Jagran Manch (SJM), un ramo dell’organizzazione nazionalista Rashtriya Swayamsevak Sangh, ha appena approvato una proposta per richiedere il divieto assoluto sulle criptovalute in India.

Lo Swadeshi Jagran Manch (SJM), è un’organizzazione a scopo politico, economico e culturale che fa parte a sua volta dell’organizzazione paramilitare dei nazionalisti Hindu.

Nella risoluzione che è stata presentata al governo indiano, si sottolinea la necessità di proibire l’acquisto, la vendita, gli investimenti e qualsiasi altra attività che coinvolga le criptovalute per i residenti in India.

Obbliga inoltre gli investitori crypto a vendere o scambiare i propri attivi entro un breve periodo di tempo. Questi sono anche tenuti a dichiarare le entrate al dipartimento delle entrate. Nel documento si indica che non rispettare queste indicazioni dovrebbe comportare il pagamento di multe.

Il SJM ha commentato che attribuire un riconoscimento legale alle criptovalute in India potrebbe portare a forti speculazioni con un grave effetto sul mercato finanziario del paese. Secondo l’organizzazione, riconoscere le criptovalute potrebbe avere conseguenze negative, per esempio offrire un metodo per il riciclaggio di denaro o il finanziamento di attività terroristiche.

Nella sua risoluzione, il SJM ha inoltre fatto riferimento all’Unione dei ministri degli affari di consumatori e imprese, affinché si impegnino a lanciare un’aggressiva campagna informativa sul divieto delle criptovalute.

L’organizzazione ha insistito sulla necessità di mettere in guardia le persone nei confronti delle pubblicità ingannevoli che sono messe in circolazione dagli exchange di criptovalute.

Lo Swadeshi Jagran Manch ha anche discusso del progetto di moneta digitale della banca centrale, la CBDC, a cui sta lavorando la banca centrale indiana, la Reserve Bank of India (RBI).

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *