• bitcoinBitcoin$68,451.00-1.01%
  • ethereumEthereum$3,892.572.40%
  • elrond-erd-2MultiversX$38.990.20%

Inflazione USA al 9,1%, Quali Gli Effetti Sulle Crypto?

Inflazione USA al 9,1%, Quali Gli Effetti Sulle Crypto?

Sono stati resi noti i dati dell’inflazione americana di giugno: +9,1%, il maggior incremento da 40 anni. In Italia siamo all’8% e nell’eurozona all’8,6%.

Come impatta l’inflazione sulle criptovalute?

La verità è che nessuno può dirlo perché le crypto sono ancora troppo giovani per capire se e come saranno influenzate dall’inflazione.

Molti hanno sempre creduto che le criptovalute costituissero un argine all’inflazione, cioè che non perdessero il loro valore e anzi lo aumentassero quando l’inflazione aumenta.

Stiamo tutti imparando che non è proprio così. Man mano che le criptovalute si integrano nell’economia tradizionale cominciano a rispondere alle crisi come gli asset finanziari tradizionali.

Negli ultimi mesi osserviamo che anche bitcoin si sta progressivamente allineando ai movimenti dei mercati tradizionali: se il mercato cala, cala anche bitcoin.

I dati dimostrano che dalla fine del 2021 a oggi i prezzi delle criptovalute, in generale, hanno seguito quelli del mercato azionario. Le crypto dovrebbero essere indipendenti da tali mercati, eppure ultimamente non lo sono state.

Bitcoin non è certo sottomesso alle dinamiche inflattive esterne come una qualsiasi valuta fiat ma, come abbiamo visto, non ne è del tutto immune: questo però dovrebbe valere soprattutto nel breve periodo.

Nel lungo periodo bitcoin pare in grado, comunque, di offrire una protezione valida all’inflazione ma la volatilità attuale e la speculazione galoppante nel mercato crypto per il momento sembrano avere la meglio.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *