• bitcoinBitcoin$23,942.00-0.13%
  • ethereumEthereum$1,883.471.06%
  • ElrondElrond$64.55-3.82%

Le 5 migliori blockchain – Classifica 2022

Le 5 migliori blockchain – Classifica 2022

Quali sono le 5 migliori blockchain del2022? Escludendo Bitcoin, troppo prevedibile, ecco 5 progetti che bisogna assolutamente conoscere.

 

Ethereum

Ethereum è il più grande rivale di Bitcoin, colui che ha dato inizio all’utilizzo di smart contract. Qualcuno ha anche parlato di flippening, un possibile, futuro ribaltamento delle gerarchie con Ethereum che scalza dal primo posto Bitcoin. Sarà veramente possibile?

Vitalik Buterin aveva solo 21 anni quando contribuì a fondarlo. Il suo obiettivo era la creazione di un prodotto finanziario decentralizzato che chiunque potesse utilizzare gratuitamente in qualsiasi momento.

Ether, il token nativo, è il secondo asset digitale per capitalizzazione di mercato dopo Bitcoin.

Ethereum, come Bitcoin, utilizza attualmente la proof of work, ma a partire dal 2020 sta implementando il difficile passaggio alla proof of stake che gli consentirà di diventare più veloce e più stabile economicamente.

Il problema più grande di Ethereum è la congestione della rete, con transazioni che devono sobbarcarsi gas fee a volte insostenibili per piccoli importi.

 

Binance Smart Chain

Binance Smart Chain nasce come alternativa a Ethereum e funziona sulla stessa base, ma le commissioni sono molto inferiori; può eseguire smart contract e consentire la creazione di app.

Il token nativo è BNB, utilizzato per pagare le commissioni di transazione. La rete è diventata popolare negli ultimi anni grazie alle app costruite su di essa soprattutto perché è accessibile e chiunque può utilizzarla.

Binance Smart Chain non è perfetta perché è stata creata da Binance che finisce per controllare l’intera rete.

Inoltre, poiché le commissioni sono basse, è più facile incontrare progetti e NFT inutili e truffe varie.

 

Avalanche

La blockchain Avalanche spicca per l’eccezionale velocità. Può elaborare oltre 4.500 transazioni al secondo mentre Ethereum si ferma attualmente a 30.

Inoltre, supporta tutti i tool utilizzati dalla rete Ethereum e vanta un numero elevato di nodi.

Ha una struttura che prevede una rete principale e altre tre blockchain, tutte interconnesse tra loro. La moneta nativa si chiama AVAX e viene utilizzata per lo staking e il pagamento delle fee di transazione.

 

Solana

Dal punto di vista della velocità di elaborazione delle transazioni, Solana promette di fare perfino meglio di Avalanche arrivando a oltre 710.000 transazioni al secondo.

Solana ha innovato il settore della blockchain implementando un meccanismo di consenso ibrido che combina proof of stake e proof of history.

Il token nativo è SOL che offre sicurezza alla blockchain e può essere utilizzato per trasferimenti e commissioni di transazione. Solana e i suoi principi di base sono simili al modello Ethereum. Ci sono oltre 500 milioni di SOL in circolazione ma circa il 60% della fornitura è controllata dai fondatori.

La blockchain è ancora vulnerabile in quanto non ha molti validatori attivi e ha subìto numerose interruzioni quest’anno.

 

Near Protocol

Near Protocol utilizza Nightshade, una tecnologia di frammentazione unica per ottenere la scalabilità che la maggior parte delle blockchain può solo sognare. Il progetto nasce come infrastruttura cloud decentralizzata per l’hosting di app decentralizzate.

Offre interoperabilità tra chains tramite Rainbow Bridge e Aurora, una soluzione layer-2. Gli utenti possono collegare i token nativi ERC-20 su Ethereum al protocollo Near e ottenere commissioni di transazione inferiori.

Il token nativo NEAR viene utilizzato per il pagamento delle commissioni per le transazioni e l’archiviazione dei dati. Può anche essere messo in stake per ottenere ricompense o voti di governance.

 

Conclusioni

Quindi qual è la migliore blockchain per l’utilizzo e per investire?

Se la risposta fosse così chiara, saremmo ricchi. Purtroppo, per ora, nessuno può prevedere quale progetto sarà in grado di superare Bitcoin.

Sappiamo che tutti vogliono risolvere il trilemma della blockchain che offrirebbe il perfetto equilibrio tra scalabilità, sicurezza e decentralizzazione. Solo il tempo dirà chi sopravviverà alla giungla delle criptovalute.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published.