• bitcoinBitcoin$63,827.00-1.08%
  • ethereumEthereum$3,415.580.03%
  • elrond-erd-2MultiversX$36.52-1.56%

Malgrado il Calo dei Prezzi, Scende del 28% In Un Anno la Quantità di BTC Detenuta dagli Exchange

Il prezzo di Bitcoin è sceso del 40% rispetto a 90 giorni fa, il 29 marzo. Eppure il numero di BTC detenuto dagli exchange si è anche ridotto.

L’anno scorso, durante lo stesso periodo di giugno, i Bitcoin nelle piattaforme di scambio erano 2,79 milioni. Un anno dopo, circa il 28,67% di quei BTC ha lasciato gli exchange di criptovalute.

Questo dato fa intuire che le riserve di valuta virtuale sono detenute in depositi a lungo termine e non più usate solo per il trading.

A giugno del 2020 gli exchange avevano una quantità maggiore di Bitcoin, le statistiche mostravano che le riserve ammontavano a 2,79 milioni. Oggi invece sono 1,99 milioni, il 28% in meno rispetto all’anno scorso.

Quando le riserve scendono negli exchange centralizzati, chi partecipa al mercato considera che le monete sono fuori dall’area della compravendita e detenute in portafogli per maturare l’interesse.

I wallet privati di tipo non-custodial sono in questo caso la destinazione più probabile.

Dallo scorso aprile c’è stato un aumento dei depositi di BTC presso gli exchange, specie considerato che il 20 si è registrato il punto più basso finora con riserve per 1,82 milioni di BTC.

Secondo i dati raccolti, al 27 giugno era Coinbase a detenere la maggiore quota di Bitcoin, 636.835 BTC per un valore di oltre 21 miliardi di dollari. Nel corso degli ultimi 30 giorni, 3.550 BTC, circa 117 milioni di dollari, hanno lasciato Coinbase.

Seguono Binance (341.722), Okex (323.552), Bitfinex (187.728), Huobi (156.277), Kraken (144.499) e Bitflyer (61.185).

Contando le stablecoin ed Ethereum (ETH) i principali analisti considerano che Coinbase detiene riserve per oltre 35 milioni di dollari tra stablecoin, ETH e BTC.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *