• bitcoinBitcoin$56,846.00-0.05%
  • ethereumEthereum$4,526.58-4.21%
  • ElrondElrond$362.32-2.95%

NFT – Cosa sono e come funzionano

In questo articolo vi spiegheremo che cosa sono e a cosa servono gli NFT, i non fungible token.

Cosa sono gli NFT

Ormai si parla quasi ovunque di NFT, ne parlano anche in televisione, ma non tutti sanno cosa sono.

Gli NFT (non fungible token) sono token crittografici che rappresentano qualcosa di unico o raro; i gettoni non fungibili non sono quindi reciprocamente intercambiabili. Cioè tutto il contrario delle criptovalute, come Bitcoin e le altcoin, come molti token di rete o di utilità come Polkadot o Cake, che sono per loro stessa natura fungibili.

 

I due standard NFT

Esistono due standard di NFT che si appoggiano alla blockchain di Ethereum.

  • Il primo è stato il protocollo ERC 721 ed è quello che garantisce l’unicità di un token, quindi si presta per realizzare opere uniche, come le opere d’arte, canzoni digitalizzate sotto forma di NFT. Qui un solo smart contract gestisce un token.
  • L’altro standard è ERC 1155 che è in grado di gestire diversi token, un numero finito di una serie di oggetti, che si prestano perfettamente in ambito gaming come la produzione di carte collezionabili a tiratura limitata.

Caratteristiche degli NFT

Veniamo ora alle caratteristiche, infatti tutti gli NFT possiedono tre caratteristiche peculiari:

  1. Rarità o unicità, come appena visto
  2. L’autenticità, avere un token su blockchain ne certifica l’unicità
  3. Proprietà, se si possiede nel proprio indirizzo, o wallet se ne certifica il possesso

Sono caratteristiche fondamentali per ambiti come arte o collezionismo perché l’NFT può contenere dei metadati, una caratteristica molto utile per i giochi e non solo quelli legati alle carte collezionabili, (caratteristiche di un personaggio, aspetto, ecc.).

 

Esempi famosi di NFT

CryptoPunks

CryptoPunks è stato il primo progetto che ha dato il via a tutto il processo. Sono delle immagini a bassa risoluzioni di personaggi unici, tutti diversi l’uno dall’altro anche se ce ne sono di simili.

10 mila oggetti unici da collezionare, venivano addirittura regalati all’inizio, oggi hanno raggiunto quotazioni spaventose. Il prezzo medio si aggira intorno a 3 Ethereum.

The Sandbox

Un altro progetto interessante è The Sandbox, si tratta di un mondo virtuale dove ogni oggetto è un NFT con le sue caratteristiche. I giocatori possono creare dei mondi virtuali abbellendoli con i token che possono essere anche scambiati tra i vari giocatori.

Sorare

Sorare è un progetto che si può paragonare a una sorta di fantacalcio ma con carte collezionabili e scambiabili con diversi gradi di rarità, il valore delle carte cambia con il tempo aumentando esponenzialmente. Le carte sono utili perché quanto più sono forti, tanto più è possibile partecipare ai tornei e vincere altre carte che possono poi essere scambiate o vendute.

Per gli acquisti si utilizzano le crypto (come in tutti gli NFT) mentre partecipando ai tornei si vincono NFT.

Morgan

Un altro progetto interessante è tutto italiano. In Italia tra i primi ad accorgersi degli NFT c’è stato il poliedrico Morgan, ex Blu Vertigo, che dopo aver venduto la sua canzone sotto forma di NFT il brano “Premessa della premessa”, adesso ci riprova con “Altrove” uno dei suoi primi singoli tra i più famosi. In questo caso, oltre ad avere l’NFT che certifica la proprietà della canzone, Morgan dà delle cose in più come lo spartito originale da lui firmato o la possibilità di incontrare il cantante.

Insomma, tante operazioni davvero molto interessanti.

 

Conclusioni

Siamo arrivati alle nostre conclusioni e tiriamo un po’ le somme sul mondo degli NFT. È difficile stabilire se si tratta di una moda passeggera oppure di un nuovo mercato che sta esplodendo. L’arte del resto nel corso del tempo si è sviluppata in diversi modalità che continuano a esistere tutt’ora nel tempo.

Dalla pittura alla scultura passando per l’arte moderna, i non fungible token si sono aggiunti a questo mercato raggiungendo cifre straordinarie. Nella lista degli NFT più costosi della storia si trovano vendite di pezzi d’arte da milioni di dollari.

Nel breve periodo possiamo aspettarci una crescita soprattutto facendo una distinzione tra il mercato dell’arte e del collezionismo, quindi l’unicità, e quello del gaming, dove la possibilità di registrare diversi gradi di rarità avrà un ruolo fondamentale. Sembra essere quest’ultimo il mercato destinato a esplodere nel prossimo futuro, viste già le importanti premesse rappresentato da Sorare, o i giochi di carte collezionabili.

Si apre un mondo molto interessante perché per la prima volta queste carte digitali si possono avere singolarmente una per una. Si tratta di un progetto ancora agli albori, perché nato davvero da poco tempo.

 

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *