• bitcoinBitcoin$66,437.004.23%
  • ethereumEthereum$3,501.812.45%
  • elrond-erd-2MultiversX$36.14-3.07%

PayPal Lancia Servizi Crypto Per I Clienti Inglesi

Dall’inizio di questa settimana i residenti nel Regno Unito potranno acquistare, detenere e vendere criptovalute attraverso PayPal per la prima volta. Si tratta di un importante traguardo per la compagnia che ha iniziato a offrire servizi legati agli asset digitali negli USA meno di un anno fa.

L’operatore di pagamenti internazionale ha annunciato domenica che i clienti inglesi avranno presto accesso a Bitcoin (BTC), Ether (ETH), Litecoin (LTC) e Bitcoin Cash (BCH) attraverso il sito e l’app di PayPal. L’annuncio segna la prima espansione al di fuori degli Stati Uniti dei servizi legati alle criptovalute da novembre dello scorso anno.

Jose Fernandez da Ponte, dirigente senior del dipartimento di criptovalute di PayPal, ha parlato di “digitization of money” durante la pandemia come una delle principali motivazioni che hanno spinto la compagnia a entrare nel mondo delle criptovalute.

Ha spiegato:

Our global reach, digital payments expertise, and knowledge of consumer and businesses, combined with rigorous security and compliance controls provides us the unique opportunity, and the responsibility, to help people in the U.K. to explore cryptocurrency”.

Offrendo questo genere di servizi in Inghilterra, PayPal permette di entrare attivamente nella partita della crescente esposizione alle criptovalute nel paese. Si calcola infatti che in UK ci sia la maggiore fetta di utenti di PayPal di tutta Europa, con oltre 2 milioni di utenti attivi al mese.

Indiscrezioni a proposito dei piani di espansione in ambito crypto di PayPal erano circolati già dallo scorso mese quando il CEO Dan Schulman aveva informato gli investitori che l’Inghilterra stava presto per ricevere questo specifico servizio.

La compagnia sembra interessata anche a espandersi nel settore della finanza decentralizzata, la DeFi, che lascia pensare alla possibilità che in futuro si prevedano piani per la sua integrazione.

Sul piano normativo, la Financial Conduct Authority inglese sta via via ponendo maggiori restrizioni nei confronti degli exchange di criptovalute che non rispettano i regolamenti finanziari.

Le attività di Binance in Inghilterra sono state bloccate all’inizio di questa estate dopo l’avviso della FCA all’exchange in cui si ricordava alla compagnia che non è consentito offrire prodotti di investimento quotati senza la necessaria autorizzazione.

D’altro canto, da Ponte ha ricordato che la compagnia si impegna a continuare a lavorare a stretto contatto con l’autorità nazionale e in tutto il mondo per sviluppare al meglio l’offerta di servizi legati alle criptovalute.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *