• bitcoinBitcoin$64,900.00-0.22%
  • ethereumEthereum$3,514.95-1.25%
  • elrond-erd-2MultiversX$29.24-2.01%

Per Cynthia Lummis L’Inflazione Crescente Stimola L’Utilizzo Delle Criptovalute

Cynthia Lummis è una senatrice repubblicana e da tempo sostenitrice delle criptovalute. Si è espressa a proposito dell’aumento della spesa pubblica responsabile di accelerare l’adozione di criptovalute.

Lummis ha fatto questo commento durante un’intervista a “Varney & Co” sul canale via cavo Fox Business il 29 luglio, in quest’occasione ha ribadito la necessità di un piano regolatore per le criptovalute e supporto per attirare i miner di Bitcoin a stabilirsi negli Stati Uniti.

Su Twitter ha scritto che “big gov’t spenders are (accidentally) doing far more to accelerate the adoption of digital assets than I am” e ha ribadito che la svalutazione del dollaro USA sta spingendo i cittadini a usare gli asset digitali tipo Bitcoin come riserva di valore.

Non sembra però essere una buona cosa: “BUT spending America deeper into a hole is a stupid, inflationary & altogether undesirable way to drive ppl to digital assets [...] I want USD to continue as the world’s reserve currency. We need to reign in spending & support financial innovation on US soil”.

Durante l’intervista la Lummis ha espresso le sue opinioni sull’udienza del 27 luglio del Comitato Bancario del Senato sui rischi associati alle criptovalute e sui progressi del panorama legislativo.

La senatrice ha posto enfasi sul fatto che i primi passi dovrebbero essere solide definizioni su cui i legislatori possano concordare e ha fatto appello a un “a regulatory sandbox where everyone understands the rules, but innovation can still occur unrestricted”.

Seppure favorevole all’idea di Bitcoin inteso come riserva di valore, la senatrice ha dichiarato che se gli Stati Uniti intendono dare corso legale alla criptovaluta come ha fatto El Salvador è necessario che sia regolamentata attraverso la normativa sul segreto bancario, per prevenire la possibilità di riciclaggio di denaro o di uso per attività illecite.

Altro aspetto enfatizzato dalla senatrice riguarda la promozione del territorio statunitense per attirare i miner che sono migrati dalla Cina dopo il divieto a operare nel paese. Le destinazioni citate sono state Pennsylvania, Texas, Wyoming dove già esistono piattaforme per il mining di criptovalute.

L’ottimismo nei confronti delle criptovalute non è ugualmente condiviso da tutti i colleghi in senato. Il Democratico Sherrod Brown hanno espresso le loro perplessità durante la seduta del Senate Banking Committee. “They claim to enable ‘transparency.’ Their backers talk about the ‘democratization of banking.’ There’s nothing ‘democratic’ or ‘transparent’ about a shady, diffuse network of online funny money”.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *