• bitcoinBitcoin$63,723.00-1.75%
  • ethereumEthereum$3,484.26-0.95%
  • elrond-erd-2MultiversX$28.80-0.95%

ProFund Lancia Il Primo Fondo Comune Di Bitcoin In Alternativa A ETF

Il primo fondo comune legato al prezzo di Bitcoin è stato lanciato da ProFunds, una compagnia del Maryland.

Visto l’incremento della domanda di prodotti legati alle criptovalute, sono circa una dozzina le proposte di exchange-traded fund (ETF) inoltrate alla Securities & Exchange Commission degli Stati Uniti nel corso degli ultimi mesi.

Anche se l’autorità non ha ancora approvato nessuna di queste proposte, le compagnie continuano a introdurre prodotti che offrono un’esposizione su Bitcoin.

ProFund è un amministratore di fondi comuni con un patrimonio in gestione che ammonta a circa 60 miliardi di dollari in asset under management, e anche la prima compagnia ad aver emesso un fondo comune d’investimento negli USA con una strategia legata a Bitcoin.

Il nuovo fondo permetterà agli investitori di avere a che fare con prodotti legati alla criptovaluta, ma senza richiedere un’esposizione diretta oppure dover detenere i token in wallet privati.

Michael Sapir, CEO di ProFund, ritiene che le criptovalute siano diventate un’importante asset class e in questo modo offre agli investitori un modo tradizionale per prendere parte a questa innovazione tecnologica e finanziaria.

Il fondo è composto in prevalenza di contratti future su BTC.

Dal 21 luglio il prezzo di Bitcoin è stato caratterizzato da un importante recupero, aumentando fino al 38%, toccando il livello di 40.835$.

Anche se il prezzo di BTC sta vivendo un momento particolarmente rialzista, gli indicatori sembrano mostrare che non sia ancora il momento per ulteriori aumenti.

La Media mobile a 100 giorni mostra segnali di resistenza del prezzo di Bitcoin, alimentando l’idea di ulteriori aggiustamenti per BTC.

Il prezzo potrebbe trovare supporto sul livello dell’estensione di Fibonacci al 23,6% e assestarsi sui 35.459$ come prima linea di difesa, quindi la Media mobile a 50 giorni potrebbe far perdere posizioni alla criptovaluta portando il prezzo a 34.604$.

L’effetto delle vendite rispetto al fronte della domanda potrebbe ulteriormente riflettersi sul prezzo farlo scivolare verso la forbice compresa tra 31.005$ e 33.598$.

Nell’ipotesi in cui gli acquirenti assumessero maggiore controllo, il prezzo potrebbe riflettere il pattern tecnico e raggiungere il livello di 42.961$, che coincide con il livello di estensione al 50% della sequenza Fibonacci.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *