• bitcoinBitcoin$66,931.000.23%
  • ethereumEthereum$3,077.13-0.82%
  • elrond-erd-2MultiversX$38.60-4.04%

Raoul Pal: C’è Da Aspettarsi Il Peggio A Dicembre

Raoul Pal - cryptorobin.it

Ex amministratore di fondi hedge per Goldman Sachs e fondatore di Real Vision, Raoul Pal ritiene che le previsioni siano sbagliate e che il ciclo del mercato delle crypto non finirà quest’anno.

Le cose potrebbero complicarsi presto.

Durante un’intervista su Real Vision mercoledì, Raoul Pal ha detto di ritenere che l’attuale tendenza al rialzo non si concluderà a dicembre, come era successo nel 2015 e 2017, ma si dovrebbe protrarre fino a marzo e giugno.

Secondo Raoul Pal, Bitcoin, Ether e il resto del mercato delle altcoin stanno per “take the path of most pain” che potrebbe portare a crollare, almeno altre due volte nel corso dei prossimi sei mesi.

“My guess is that we probably have a sell-off, and then it rips again because that is the path of most pain and markets tend to take the path of most pain”.

Prima di rialzarsi, il mercato potrebbe registrare due forti sell-off dagli effetti piuttosto traumatici.

Durante il 2021, Pal si è rivelato sempre più ottimista nei confronti di Ether, descrivendolo ad agosto come “the greatest trade”. Ha dichiarato inoltre che l’imminente lancio di Ethereum 2.0 e il potenziale lancio di un ETF legato a Ether già all’inizio del 2022, potrebbero catalizzare un’imponente fase rialzista. In questo modo, attirando l’attenzione degli investitori istituzionali, che ragionano in termini di investimenti trimestrali.

Per questo tra gennaio e marzo si potrebbero vedere i primi importanti afflussi di capitale.

“Everybody is staking their ETH. It’s creating this incredible supply and demand imbalance in ETH where there’s only about 11% of the total ETH supply available. Everything else is locked up for this staking”.

Per questo Raoul Pal prevede che la nuova fase per il mercato si possa verificare durante la finestra tra marzo e giugno.

Bitcoin è stato creato nel 2008 e da allora ha registrato cicli di mercato di circa quattro anni scanditi dal fenomeno dell’halving, cioè ogni volta che vengono dimezzati i premi per il mining dei blocchi, che riduce la quantità di BTC in circolazione.

Nel 2012 e nel 2016 si sono verificati i dimezzamenti, ma il maggiore halving è stato quello di maggio 2020, da allora Bitcoin è cresciuto 7,3 volte tanto. Per questo molti analisti ritengono che l’adozione mainstream di BTC dovrebbe via ridurre l’impatto dei cicli.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *