• bitcoinBitcoin$70,249.003.83%
  • ethereumEthereum$3,528.602.59%
  • elrond-erd-2MultiversX$52.191.32%

Rimborsi Mt. Gox, Ci Siamo

rimborsi mt. gox

Rimborsi Mt.Gox, ultima fase. O almeno così pare, stando alle ultime notizie: l’amministratore fiduciario di Mt. Gox, Nobuaki Kobayashi, ha pubblicato un nuovo documento sulle procedure di rimborso.

In questo documento si stabilisce che il Restriction Reference Period comincerà il 15 settembre: si tratta della fase finale del rimborso agli investitori.

Rimborsi Mt. Gox, cosa prevede il piano

Kobayashi ha dichiarato che i creditori hanno tempo fino al 15 settembre per presentare la loro richiesta di risarcimento.

Quando scadrà questo periodo di restrizione – anche se non è stata indicata una data precisa – scatteranno i primi rimborsi integrali ai creditori.

Durante il Restriction Reference Period sono inoltre vietate alcune operazioni: cessione, trasferimento, vendita, utilizzo come collaterale dei crediti.

Insomma, siamo alle fasi finali di un percorso incredibilmente travagliato cominciato nel 2018 ma che risale a molti anni prima.

Forse non tutti ricordano che Mt Gox è stato uno dei primi exchange di criptovalute (è nato nel lontanissimo 2010) arrivando a gestire oltre il 70% di tutte le transazioni con bitcoin nel mondo.

Nel 2014 ha dichiarato bancarotta dopo aver “perso” 850.000 bitcoin, inizialmente a causa di un attacco hacker. Almeno così si sosteneva.

Di questi 850.000 BTC, 200.000 sono stati recuperati. Gli altri, è stato poi accertato, sono stati per lo più rubati via via negli anni, già a partire dal 2011.

rimborsi mt. gox

Articoli correlati

Truffa Crypto In Veneto, Fondi Bloccati A Migliaia Di Investitori

Truffa Bitgrail: A Processo L’Italiano A Capo Dell’Exchange

Consob: Oscurati Centinaia Di Siti Crypto Truffa

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *