• bitcoinBitcoin$66,437.004.23%
  • ethereumEthereum$3,501.812.45%
  • elrond-erd-2MultiversX$36.14-3.07%

Sviluppatori di Cardano Svelano il Piano di Rollout per Piattaforma di Smart Contract

Input Output Global (IOG), gli sviluppatori di Cardano, hanno rilasciato importanti annunci a proposito dei prossimi aggiornamenti sulla piattaforma. Insieme al prossimo evento Hard Fork Combinator “Alonzo”, la nuova versione di Cardano permetterà di generare smart contract.

Una prima fase del rollout verrà rilasciata a giugno, sarà il momento di “Alonzo Blue“,  per poi completare il processo a settembre di quest’anno.

La testnet di giugno si occuperà di verificare le funzioni base del network.  Quindi, con il lancio di Alonzo White saranno coinvolti più partner, verranno lanciate le versioni demo di dApp, ed è prevista l’integrazione con WBE e PAB, oltre alla partecipazione di 500 membri della community.

Questo testnet permetterà ai partner e ai pioneer di provare i propri script sul network con le prime dApp base per le versioni di Uniswap e stablecoins. Inoltre, Alonzo White introdurrà i primi exchange integrati con il framework Rosetta, un meccanismo creato da Coinbase per semplificare l’introduzione di token su queste piattaforme.

Ad agosto, Alonzo Purple lancerà il primo testnet pubblico con tutti i Pioneer “onboarded” grazie ai partner delle dApp. Durante questa fase, la stabilità della piattaforma sarà testata insieme ai componenti Daedalus Flight ed Explorer.

Infine, Alonzo passerà da due stadi di breve durata, chiamati Red e Black, anche se la versione Purple dovrebbe avere quasi certamente Plutus e smart contract pronti per la fine di settembre di quest’anno.

IOG prevede anche il lancio di Marlowe Run, il prototipo di un’app che permette di semplificare l’uso degli smart contract. Gli utenti non avranno bisogno di competenze tecniche sulla blockchain.

Marlowe è un linguaggio di programmazione pensato per creare contratti finanziari su Cardano. Al contrario di altri linguaggi, sarà “easy to read“, utilizzare e comprendere.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *