• bitcoinBitcoin$64,782.00-0.77%
  • ethereumEthereum$3,512.66-1.74%
  • elrond-erd-2MultiversX$29.08-3.06%

Tutto Sulle CBDC: Differenza tra CBDC E Criptovaluta

CBDC e crypto

Cos’è Una CBDC

Una CBDC (Central Bank Digital Currency), la valuta digitale della Banca centrale, rappresenta un token digitale emesso da una banca centrale il cui valore è ancorato alla valuta fiat di quel paese ed è simile a una criptovaluta perché utilizza la tecnologia blockchain.

La tecnologia blockchain consente a varie entità di conservare una copia della cronologia delle transazioni in modo che sia distribuita e non sotto il controllo di una sola entità.

La CBDC è un po’ la figlia della valuta emessa dal governo e di Bitcoin.

 

Come Funziona Una Central Bank Digital Currency?

Una Banca centrale offre denaro fisico sotto forma di banconote che vengono poi utilizzate per effettuare vari tipi di pagamenti.

Una CBDC viene emessa dalla Banca centrale e rappresenta la moneta elettronica che potrà poi essere utilizzata da imprese e famiglie. Di conseguenza, tutti potrebbero effettuare pagamenti elettronici utilizzando la moneta della Banca centrale.

Immaginiamo che la CBDC venga introdotta in Inghilterra. Sarebbe denominata in sterline, in modo simile a come sono le banconote, il che significa che 10 sterline di una CBDC avrebbero sempre le 10 sterline di una banconota fisica.

Spesso si pensa che le CBDC siano analoghe alle banconote digitali, ma per alcuni sono più simili a un deposito bancario.

Se viene introdotta una CBDC, funzionerà insieme a contanti e depositi bancari, non li sostituirà.

 

Differenze Tra CBDC E Criptovaluta

Esistono diverse differenze tra CBDC e criptovalute. Ad esempio, mentre entrambe utilizzano la tecnologia blockchain, la CBDC si basa su blockchain private o permissioned, cioè autorizzate, mentre le criptovalute utilizzano blockchain pubblica o permissionless, cioè senza autorizzazioni. Le CBDC sono strutture centralizzate, le crypto no.

Un’altra differenza deriva dal livello di anonimato. Mentre un utente crypto può essere completamente anonimo, un utente CBDC deve essere identificato perché avrà un conto bancario.

Anche il decentramento è una grande differenza tra CBDC e crypto, perché a stabilire le regole della CBDG sono le Banche centrali, mentre per le criptovalute abbiamo utenti e miner.

Ovviamente, la volatilità rappresenta un’altra differenza tra CBDC e crypto, in quanto una CBDC sarà sempre ancorata alla valuta nazionale mentre il prezzo di qualsiasi cripto, come bitcoin, può oscillare parecchio da un giorno all’altro.

Pro E Contro

Da un lato, le CBDC offrono pagamenti efficienti e sicuri, ma sono completamente controllate dalle banche centrali.

Le CBDC consentono anche ai consumatori di utilizzare direttamente la Banca centrale, il che è estremamente positivo se consideriamo che molti paesi hanno un’alta percentuale di persone senza un conto bancario, anche se questo andrà a scapito della privacy.

Inoltre, le CBDC sono facili da tracciare, ma potremmo assistere alla concorrenza tra Banche centrali e banche commerciali.

Inoltre, le persone non dovranno correre il rischio di lavorare con una banca commerciale che potenzialmente può fallire, e quindi si riduce il rischio, almeno finché la Banca centrale del paese è stabile.

Infine, potrebbe volerci ancora molto tempo prima che le CBDC diventino popolari tra il pubblico poiché molte persone non si fideranno sicuramente all’inizio.

 

Conclusioni

Una CBDC non è una criptovaluta. L’idea di creare una CBDC nasce dalle criptovalute, e ci sono delle somiglianze, dal momento che tutte e due usano la tecnologia blockchain, ma, alla fine, sono diversi tipi di valute digitali.

Le differenze sono la centralizzazione, diversi tipi di blockchain utilizzata e l’anonimato.

Gli unici paesi che attualmente hanno una CBDC funzionante sono le Bahamas, i Caraibi orientali e la Nigeria, ma molti altri sono già nella fase pilota, come Cina, Sud Africa, Malesia, Svezia, Thailandia e Arabia Saudita.

Canada, Giappone, India e Australia sono in fase di sviluppo, mentre Stati Uniti, Regno Unito, UE e Nuova Zelanda sono in fase di ricerca per ora.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *