• bitcoinBitcoin$64,692.00-2.76%
  • ethereumEthereum$3,178.28-1.69%
  • elrond-erd-2MultiversX$42.61-4.54%

Banca Centrale Nigeria: Si Possono Scambiare Criptovalute

Banca Centrale della Nigeria: Si Possono Scambiare Criptovalute - Cryptorobin.it

Godwin Emefiele, il governatore della Banca di Nigeria ha dichiarato che alle banche continua a essere proibito fare trading con le imprese di criptovalute, ma il divieto non è valido per i privati che vogliono scambiare cripto.

Questo chiarimento arriva dopo che la Banca Centrale della Nigeria (CBN) ha proibito alle istituzioni finanziarie di fornire servizi agli exchange e le imprese che operano con le criptovalute.

Durante un seminario ad Abuja, su Finance Correspondents and Business Editors, il vice direttore Adamu Lamtek ha parlato a nome di Godwin Emefiele che ha predisposto questo divieto. La CBN “[ha tutelato] il settore bancario dalle attività legate alle criptovalute” ma questo non significa che i residenti in Nigeria non possano vendere, comprare e fare trading con le criptovalute.

La CBN ha emesso questo divieto lo scorso mese nei confronti delle banche locali perché non offrissero i propri servizi alle compagnie di exchange operanti nel paese. Inoltre, tutte le banche commerciali hanno dovuto chiudere i conti che facevano capo a exchange o qualsiasi altra compagnia nell’ambito di criptovalute in Nigeria.

Il governatore della CBN si è espresso dicendo che le criptovalute “non sono una moneta legittima” affermando che non c’è posto al momento per queste all’interno del sistema monetario nazionale.

Il divieto è stato criticato dai regolatori e i sostenitori di crypto. Per questo il governatore e gli stakeholder coinvolti sono stati invitati da alcuni legislatori a discutere i temi relativi alla regolazione del settore in Nigeria.

Da quando il divieto è stato posto in atto, il prezzo del BTC è aumentato in maniera significativa raggiungendo i 97.509$ con un sovrapprezzo del 70% rispetto al resto del mondo.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *