• bitcoinBitcoin$19,867.81-1.63%
  • ethereumEthereum$1,322.34-2.75%
  • elrond-erd-2Elrond$55.551.63%

The Sandbox ($SAND): Tutti pazzi per il Metaverso

The Sandbox - cryptorobin.it

In questo articolo parliamo di The Sandbox (SAND) il metaverso per eccellenza, per scoprire come funziona nel dettaglio.

Storia di The Sandbox

Il progetto attuale ha una storia che va indietro nel tempo. Nasce infatti da due titoli di videogiochi per smartphone su piattaforma Android chiamati rispettivamente The Sandbox, pubblicato nel 2011 e scaricato su oltre 10 milioni di dispositivi Android.

Mentre The Sandbox Evolution, prodotto del 2019 con oltre 10 milioni di download su smartphone.

Il Progetto

Ma che cos’è Sandbox? Si tratta di un gioco basato su blockchain Ethereum che ricorda per molti aspetti Minecraft, a cui gli autori hanno dichiarato di essersi ispirati, o Second Life, giusto per fare un paragone videoludico.

Non si tratta infatti del classico gioco di carte in stile Pokemon, tanto di moda in questo periodo come Axie Infinity, ma di un vero e proprio metaverso dove è possibile acquistare terreni virtuali su cui costruire, tramite NFT, tutto quello che si desidera.

Le LAND su The Sandbox

All’interno del metaverso uno degli aspetti fondamentali sono le terre, ovvero le LAND. Sono dei veri e propri appezzamenti di terreno virtuale che permetteranno di plasmare a piacimento il nostro universo di gioco. Si potranno creare dei mini game, oppure delle esperienze particolari da mettere a disposizione degli altri giocatori.

Tutte le LAND corrispondono a token unici sulla blockchain pubblica di Ethereum. In totale su Sandbox sono disponibili 166.464 LAND, che formano tutte insieme una mappa che corrisponde al suo metaverso.

Essendo un metaverso nell’universo di The Sandbox ci sono lotti che sono stati acquistati da aziende come Atari o da personaggi della musica come Snoop Dogg.

Grazie alle LANDS, infatti, si possono ottenere nuovi tokens sia tassando l’entrata nella propria LAND (richiedendo un certo numero di SAND, la valuta del metaverso, per permettere ad un altro di entrare), sia vendendola una volta terminata la sua creazione.

NFT su The Sandbox

Per costruire gli asset di gioco, si affida al software proprietario e gratuito VoxEdit. Il suo utilizzo è semplice e non mancano numerosi tutorial firmati Pixowl per fornire agli artisti le nozioni base ed essenziali del programma.

Una volta creato il contenuto d’interesse, che sia esso una spada, un drago, un dinosauro o una casa, l’utente potrà esportarlo sul Marketplace ufficiale per permettere a chiunque di acquistarlo come NFT.

Tokenomic di The Sandbox

Il token è alla posizione 38 nella classifica delle criptovalute per capitalizzazione di mercato.

Nell’ultimo mese il token è salito veramente tanto anche se adesso sta ritracciando con valori più bassi.

Sandbox  Alpha 

Dal 29 novembre alle 14:00 ora italiana e fino al 20 dicembre è disponibile la versione Alpha di The Sandbox.

Trascorrendo del tempo all’interno del gioco, un gruppo di 5.000 utenti avrà la possibilità di guadagnare fino a 1.000 SAND (del valore di circa 3.500 dollari al prezzo attuale) e tre NFT esclusivi distribuiti attraverso 18 differenti esperienze sviluppate dai team di sviluppatori.

I tre NFT esclusivi saranno disponibili solo durante l’evento. Rappresenteranno un cancello in stile medievale, un drago nero e una spada, e sono tutti utilizzabili nel metaverso di The Sandbox.

Partnership

All’inizio di questo mese, The Sandbox ha chiuso un round di finanziamento da 93 milioni di dollari. Il finanziamento mira alla crescita di The Sandbox attraverso lo sviluppo di nuovi giochi ed esperienze dal vivo, e la ricerca di ulteriori partnership con marchi popolari e proprietà intellettuali.

Conclusioni

The Sandbox è oggi una delle migliori espressioni del metaverso, un mondo virtuale interattivo che unisce gioco e divertimento insieme ad esperienze reali e sociali.

L’interesse di Facebook non ha fatto altro che accelerare la nascita di questa nuovi giochi interattivi, in grado di divertire ma anche di fare guadagnare chi partecipa attivamente alla vita della community.

Ad oggi rimane un investimento interessante nonostante il token sia esteso, visto l’interesse di aziende reali come Atari, Adidas e molti altri che si aggiungeranno nel tempo.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published.