• bitcoinBitcoin$68,843.00-0.36%
  • ethereumEthereum$3,924.104.21%
  • elrond-erd-2MultiversX$39.430.39%

Avalanche Stanzia $290M Per Sviluppare Le Subnet

Avalanche - cryptorobin.it

Avalanche Foundation di recente ha annunciato “Multiverse” un programma d’incentivi che può arrivare a stanziare fino a $290 milioni, circa 4 milioni di AVAX, per aiutare lo sviluppo delle subnet sul suo network.

Stando a un post pubblicato su Medium l’iniziativa inizierà a supportare le subnet incentrate sul gaming incentrato su blockchain, la DeFi, gli NFT e possibilità di impiego della rete di tipo istituzionale.

Uno dei progetti si concentrerà nella creazione di una blockchain integrata orizzontalmente specifica per i protocolli DeFi istituzionali, che comprenderà anche le funzioni di identificazione dei clienti come previsto dalla normativa KYC. Seppure questo aspetto possa sembrare contraddittorio visto che gran parte dell’apprezzamento alla DeFi deriva dal fatto di essere un sistema anonimo e permissionless di accedere alla finanza.

Però il CEO di Securitize Carlos Domingo ritiene che l’implementazione del protocollo KYC possa contribuire a rimuovere gli ultimi dubbi che prevengono l’adozione massiva e istituzionale della DeFi.

Ava Labs, Aave Companies, Golden Tree Asset Management, Wintermute, Jump Crypto, Valkyrie e Securitize collaboreranno alla sua realizzazione.

Il CEO di Aave Stani Kulechov ha commentato: “This is a significant leap toward a future where the barriers between traditional and decentralized finance cease to exist”.

Le subnet permetterebbero di ottenere blockchain “scalable” e “application-specific” in grado di essere integrate con il più ampio ecosistema di Avalanche, allo stesso tempo assicurando di non dover competere per le stesse risorse del network.

Queste chain alternative sono altamente customizzabili e permettono agli utenti di selezionare i validatori responsabili di rendere sicura la rete e quali token usare per pagare le commissioni sul gas.

Multiverse sarà scandita in sei fasi per supportare lo sviluppo delle subnet in più passaggi nel prossimo futuro.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *