• bitcoinBitcoin$56,839.00-0.59%
  • ethereumEthereum$4,557.03-4.12%
  • ElrondElrond$368.10-1.21%

Hash Rate e Difficulty In Aumento: È La Prova Che I Miner Escono Dalla Crisi Cinese

Le operazioni di mining di Bitcoin sono in fase di assestamento e si riprendono del tutto dopo la ben nota rottura da parte della Cina all’inizio dell’anno.

Circa il 50% dell’hashing power di Bitcoin è stato interrotto a maggio dopo che la Cina ha deciso di interrompere le attività di questo settore nel proprio territorio. I dati attuali confermano che da allora l’hashrate è stato in buona parte recuperato.

Di fatto, sia l’hash rate e la difficulty del mining sono in una fase di consistente recupero. La difficulty del mining era caduta del 28% a luglio. Da allora è aumentata del 39%.

La difficulty di Bitcoin aveva registrato un incremento del 4,71% all’altezza del blocco otto 703.584 il 5 ottobre, questo rappresenta il sesto aumento consecutivo che avviene dal 31 luglio. I premi sui blocchi erano dimezzati a maggio del 2020 passando da 12,5 BTC a 6,25 BTC, ma il rendimento del mining è di fatto aumentato.

Per adesso, il valore del rendimento del mining si attesta introno a 40 milioni di dollari al giorno, dato che rappresenta un aumento del 27% risptto al dimezzamento registrato a maggio 2020. La crescita è del 630% rispetto al punto più basso toccato a giugno 2020 quando si era nell’area dei 6/8 milioni di dollari.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *