• bitcoinBitcoin$63,665.00-1.44%
  • ethereumEthereum$3,408.66-0.39%
  • elrond-erd-2MultiversX$36.30-2.15%

McDonald’s Risponde A Musk Sull’Ipotesi Di Accettare DOGE

McDonald's - cryptorobin.it

Il gigante dei fast food McDonald’s sta affrontando le critiche dopo aver dato la risposta sbagliata al quesito posto dal CEO di Tesla Elon Musk.

Il plurimiliardario ha chiesto alla corporation con sede a Chicago di accettare pagamenti in Dogecoin. In cambio, Musk ha promesso che avrebbe mangiato il suo Happy Meal in televisione.

McDonald’s sembra avere rifiutato l’offerta rispondendo con un twit che avrebbe accettato Dogecoin solo se Tesla accetterà “Grimacecoin”.

Il nome della criptovaluta si ispira a Grimace, una creatura di fantasia antropomorfa che ha iniziato a comparire nelle pubblicità di McDonald’s dei primi anni ’70. All’inizio avrebbe dovuto essere un mostro a quattro braccia che rubava i frullati ai bambini. Poi, però, Roy Bergold, dell’ufficio creativo di McDonald’s aveva svelato che il progetto era fallito perché spaventava troppo i piccoli clienti.

Pochi minuti dopo il twit di McDonald’s, qualcuno ha veramente creato un token chiamandolo “Grimacecoin” su Binance Smart Chain che ha guadagnato oltre il 261.000% in poche ore prima di perdere del tutto i profitti.

Per via delle scarse barriere in entrata, BSC è diventata un porto per quei progetti di pump-and-dump per i quali gli investitori dovrebbero usare la massima prudenza.

La community di Dogecoin è stata molto contrariata dalla risposta. Molti hanno sottolineato che il team di marketing della compagnia ha impiegato oltre 10 ore per rispondere a questo tipo di offerta.

Il cofondatore di Dogecoin Billy Markus ha commentato che il twit sulla Grimacecoin è un esempio da manuale per spiegare come far diventare spiacevole una cosa divertente.

Glauber Contessoto, che si è autoproclamato lo scorso anno “Dogecoin millionaire”, ha commentato con un twit che la catena di ristoranti nota in tutto il mondo ha “fumbled an incredible opportunity for a terrible joke”.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *