• bitcoinBitcoin$63,865.00-0.49%
  • ethereumEthereum$3,417.580.46%
  • elrond-erd-2MultiversX$36.27-1.50%

Spiavano Cittadini E Vendevano Video Pagati In Crypto

hacker

Il Servizio Polizia Postale di Roma e quello della Procura della Repubblica di Milano hanno sgominato due bande di esperti informatici che spiavano i cittadini attraverso impianti di videosorveglianza hackerati.

Si tratta di dieci cittadini italiani e di un ucraino, attivi su tutto il territorio nazionale, dalla Sicilia al Veneto.

I due gruppi criminali – uno dei quali accusato anche di associazione a delinquere – violavano gli impianti di sorveglianza domestici ma anche quelli di strutture come spogliatoi di palestre e piscine.

Venivano selezionate le telecamere che puntavano su luoghi come bagni e camere da letto per spiare le vittime nei loro momenti più intimi.

I video così ottenuti venivano collocati in una vetrina online appositamente creata su Telegram e su Vkontakte, il Facebook russo, dove per soli 20 euro si potevano visionare.

Pagando altri 20 euro si accedeva all’area VIP che consentiva di guardare le immagini in diretta. I pagamenti avvenivano in criptovalute. Le autorità hanno sequestrato l’equivalente di 50mila euro.

Il procuratore aggiunto di Milano, Eugenio Fusco ha parlato di un “fenomeno particolarmente diffuso che sta emergendo. Da una parte c’è la capacità di reperire queste immagini e dall’altra un mercato attento e pronto a recepire e pagare“. I due gruppi, attivi da quasi tre anni, “hanno creato un business sulla morbosità delle persone per le immagini rubate di vita privata“.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *