• bitcoinBitcoin$56,520.00-0.82%
  • ethereumEthereum$4,512.57-4.83%
  • ElrondElrond$364.27-2.10%

VeChain ($VET) – Si Aggiorna Con Surface E Sigla Nuove Partnership

aggiornamenti vechain surface

Oggi parliamo degli ultimi aggiornamenti su VeChain (VET), la blockchain che si occupa di tracciare un bene lungo tutta la sua filiera produttiva.

Vechain: Che Cos’è E Punti Di Forza

È una blockchain in grado di tracciare un bene lungo tutta la sua filiera produttiva. Per farlo utilizza l’IOT (Internet of Things) per monitorare i passaggi in maniera automatica. Altri ambienti di utilizzo sono invece relativi all’identità digitale e all’integrità dei dati.

Tra i punti di forza ricordiamo 

• la facilità di programmazione, vista la compatibilità con SAP e Oracle.

• la presenza di partnership già attive con le aziende.

• il meccanismo di doppio token (VET e VTHO) che favorisce lo staking da parte delle aziende.

Per quanto riguarda invece i punti deboli, VeChain è considerata una blockchain centralizzata visto che la governance si basa su 101 nodi autorizzati che devono avere 25 milioni di VET.

Si tratta però di una governance che piace alle aziende, quindi non è un vero e proprio difetto.

 

Vechain: Aggiornamenti E Nuove Partnership

Gli aggiornamenti li potete trovare (in inglese) qui ma riassumiamoli comunque in breve.

Vechain diventa green e si certifica con il CTI (Centre Testing International Group) che fornisce soluzioni complete su test, ispezione, certificazione, calibrazione, audit, formazione e servizi tecnici, per misurare l’impronta di carbonio della rete blockchain.

Le emissioni totali di carbonio all’anno generate da VeChainThor sono di circa 4,58 tonnellate, il 2,4% delle emissioni di carbonio generate per l’estrazione di un singolo Bitcoin.

Il consumo totale annuo di elettricità di VeChainThor è stimato in 758 kWh, approssimativamente uguale all’elettricità utilizzata per elaborare 4,3 transazioni Bitcoin o 51 Ethereum.

 

L’altro aggiornamento riguarda la nomina di Antonio Senatore, Deloitte Global blockchain CTO e capo del Deloitte EMEA Blockchain Lab, che entrerà a far parte della Fondazione VeChain come membro ad interim del Board of Steering Committee.

In Irlanda, Antonio guida un ampio team di professionisti della tecnologia blockchain.

Antonio ha oltre 19 anni di esperienza nel settore IT, di cui 16 nella consulenza e quasi 4 nelle start-up tecnologiche.

Antonio non è estraneo all’ecosistema VeChain. Nel 2019, VeChain e Deloitte hanno annunciato ufficialmente la collaborazione in corso tra le due entità e da allora Antonio è stato membro principale del comitato consultivo di VeChain.

 

Un’altra notizia riguarda un caso concreto in cui la blockchain di VeChain è stata adattata in Cina a un marchio di cibo per cani che partiva da zero.

Avviare marchi locali e costruire da zero una piattaforma di tracciabilità abilitata alla blockchain non è pratico e ha un costo elevato.

Il SaaS per la tracciabilità alimentare abilitato alla blockchain, alimentato da VeChain ToolChain, può fornire alle imprese dell’industria alimentare varie funzioni di tracciabilità facilmente implementabili, tra cui la tracciabilità dell’origine, i certificati di qualità e altro ancora.

Può anche aiutare le aziende alimentari a sfruttare il valore tramite i dati generati dalla propria attività e comunicare con i propri clienti nel modo più affidabile, aumentando gli sforzi di marketing.

 

Surface

Infine, non possiamo non parlare di un massiccio aggiornamento della blockchain VeChainThor chiamato SURFACE (PoA 2.0).

Questo aggiornamento della rete migliora notevolmente la finalità e la sicurezza dei dati combinando in modo univoco i due tipi di consenso più comuni – i meccanismi di consenso Nakamoto e Byzantine Fault Tolerance (BFT) – consentendo alla rete di beneficiare dei punti di forza di ciascun tipo eliminando i loro punti deboli.

POA2.0, dice Vechain, è il primo esempio al mondo di un simile meccanismo di consenso combinato.

 

POA 2.0 Fase 1: La Fonte Di Casualità Basata Su VRF

In questa prima fase verrà implementata la prima parte di VIP-193, chiamata sorgente di casualità basata su VRF.

Questa funzione bilancia l’imprevedibilità e l’imparzialità della pianificazione della proposta di blocchi, garantendo il massimo livello di sicurezza dei dati.

Dopo l’implementazione, sarà impossibile prevedere, e quindi manipolare, bloccare i proponenti con largo anticipo nel tempo, aumentando la sicurezza della blockchain di VeChainThor.

 

Conclusioni e Analisi Token VET

Negli ultimi mesi il valore del token è raddoppiato passando da 0,049 euro (luglio) ai 0,014 di ottobre a 0,12 di novembre. Potete trovare tutto su coinmarketcap.

Il nuovo aggiornamento e le numerose partnership potrebbero però far finalmente decollare questa crypto ampiamente sottovalutata proprio per la sua natura centralizzata e per il suo andamento meno altalenante nel tempo.

 

 

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *