• bitcoinBitcoin$16,973.040.26%
  • ethereumEthereum$1,250.00-0.49%
  • elrond-erd-2MultiversX (Elrond)$45.225.18%

Criptovalute, Previsioni 2022

criptovalute previsioni 2022

La prima metà del 2022 è stata molto negativa per il mercato delle criptovalute. Bitcoin ed Ethereum sono scesi di oltre il 50% rispetto ai massimi storici di fine 2021. Nonostante ci siano stati piccoli aumenti nelle ultime settimane, il mercato delle criptovalute nel suo insieme è in gran parte bloccato. Anche se nessuno lo sa con certezza, alcuni esperti affermano che i prezzi delle criptovalute potrebbero scendere ulteriormente prima di una ripresa sostenuta.

Nel 2021 Bitcoin ha superato un all-time high dopo l’altro e ha visto crescere l’interesse di grandi società, tradizionalmente scettiche, che hanno cominciato a prendere in considerazione questo asset.

Anche Ethereum, la seconda blockchain del settore, ha raggiunto il suo massimo storico a fine 2021 per poi precipitare sotto $900 a giugno di quest’anno.

Abbiamo imparato negli ultimi mesi che le criptovalute risentono, eccome, degli indicatori macroeconomici globali e dell’andamento del mercato tradizionale. Pensavamo che fossero immuni, che vivessero in un mondo digitale isolato da quello “reale”. Eppure non è così.

Abbiamo visto come l’aumento dell’inflazione in Europa e negli Stati Uniti ha influenzato Bitcoin e altcoin ma non sappiamo ancora se questa sia una parentesi o se si tratti di una tendenza: man mano che le crypto si integrano nell’economica tradizionale, ne sono influenzate in maggior misura.

Criptovalute, previsioni 2022

In questo contesto così difficile da decifrare, in cui neanche l’oro si comporta da classico bene rifugio, come rispondere alla domanda: criptovalute, previsioni 2022?

Per capire in quale direzione tirerà il vento, ci sono diversi fattori da considerare, per esempio quale sarà la regolamentazione che adotteranno eventualmente USA, Europa o altri grandi Paesi, e quali grandi aziende decideranno di adottare le crypto come forma di pagamento.

È attesa una riforma nel settore soprattutto negli USA (l’Europa ha i suoi tempi…), in special modo dopo il crack di Terra Luna. Gli USA, come tutto il mondo crypto, sono rimasti sgomenti perché da quel crollo si è generato un domino che ha visto poi cadere altre società del settore, compresi player globali come Celsius e Three Arrows Capital.

criptovalute previsioni 2022

Time.com ha chiesto l’opinione di diversi esperti per le criptovalute, previsioni 2022. Secondo Marcus Sotiriou, analista di GlobalBlock: “Il crollo degli istituti di credito DeFi potrebbe essere il motivo per cui le autorità di regolamentazione hanno cercato di implementare controlli draconiani sulla criptovaluta”.

Gli USA che sanzionano e bloccano il mixer Tornado Cash è solo l’ultima notizia in tal senso. Precedentemente avevamo appreso che la SEC indagherà tutti gli exchange USA.

Coinbase, il maggior exchange statunitense, è attualmente sotto inchiesta e Binance lo è stata due volte. Il motivo è sempre lo stesso: secondo la SEC alcuni token devono essere considerati securities, cioè veri e propri titoli azionari e pertanto sarebbero soggetti a una regolamentazione più stringente e al controllo della stessa SEC.

Cosa potrebbe significare la nuova regolamentazione per gli investitori

La regolamentazione delle criptovalute potrebbe far storcere il naso a qualcuno che vede un attacco alla libertà rappresentata da questo nuovo mondo, ma molti esperti affermano che in realtà è una buona cosa per gli investitori e per tutto il settore.

Una maggiore regolamentazione potrebbe significare maggiore stabilità in un mercato delle criptovalute notoriamente volatile. Potrebbe proteggere gli investitori a lungo termine, prevenire frodi e fornire una guida chiara per consentire alle aziende di innovare nel settore.

Gli annunci su queste nuove norme possono anche influenzare il prezzo delle criptovalute in mercati già volatili. La volatilità del mercato è il motivo per cui gli esperti raccomandano di mantenere qualsiasi investimento in criptovaluta a meno del 5% del portafoglio totale e di investire sempre solo fondi che ci si può permettere di perdere.

Adozione più ampia tra le aziende

Nel 2021 le aziende tradizionali di più settori si sono interessate, e in alcuni casi hanno investito esse stesse, in criptovalute e blockchain. AMC, ad esempio, ha annunciato l’anno scorso che avrebbe accettato pagamenti in Bitcoin. Anche le società fintech come PayPal e Square scommettono sulle criptovalute consentendo agli utenti di acquistare sulle loro piattaforme. Tesla accetta pagamenti in Dogecoin.

Alcuni esperti prevedono che alcune multinazionali potrebbero accelerare questa adozione ancora di più nella seconda metà di quest’anno. “Quello che stiamo guardando sono le istituzioni coinvolte nelle criptovalute, che si tratti di Amazon o delle grandi banche”, afferma Ben Weiss, CEO della piattaforma crypto CoinFlip. Un gigante come Amazon potrebbe “creare una reazione a catena di altri che accettano le crypto” e “rafforzare di molto la credibilità”.

In effetti, si è parlato recentemente di Amazon a questo proposito quando ha pubblicato un annuncio di lavoro per “digital currency and blockchain product lead.”

Cosa significa più adozione istituzionale per gli investitori

In questo momento sono ancora pochi i beni e i servizi che si possono pagare in criptovalute, specialmente in Italia, ma se più esercizi cominciano ad accettare queste nuove forme di pagamento, lo scenario potrebbe radicalmente cambiare tra qualche anno.

Questa circostanza avrebbe ripercussioni positive sui prezzi delle crypto accettate, a cominciare da Bitcoin che trascina con sé un po’ tutte le altcoin.

Futuro della DeFi

Se hai investito in criptovalute, probabilmente ti sei imbattuto nel termine “DeFi”. Sta per “finanza decentralizzata” e si riferisce a un mondo online di servizi finanziari alternativi basati su criptovalute e tecnologia blockchain.

Se cerchi di capire criptovalute, previsioni 2022, devi guardare allo sviluppo della DeFi.

La DeFi utilizza “smart contract” per sostituire gli intermediari tradizionali come banche e istituti di credito. In sostanza, le aziende con cui interagiamo ogni giorno per gestire le nostre finanze sono sostituite dal software. Per questo motivo, non esiste un’autorità centrale a cui riferire nello spazio DeFi.

Ma la DeFi è ancora nella sua infanzia, è come Internet agli albori, quindi ci saranno scossoni, montagne russe ma nel lungo termine potrebbe nascere un Amazon o un Google della DeFi.

La DeFi è dove hai il controllo totale dei tuoi asset: lì sono veramente tuoi, non di una banca o del governo o di qualcun altro.

Ma c’è un costo da pagare e, cioè, la sicurezza. Essendoci meno norme, se perdi i tuoi asset a causa, per esempio, di un hacker, potresti non rivederli più.

Criptovalute, previsioni 2022: Bitcoin

Bitcoin è un buon indicatore del mercato delle criptovalute in generale, perché è la criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato e il resto del mercato tende a seguire il suo trend.

Il prezzo di Bitcoin ha avuto una corsa sfrenata nel 2021 e lo scorso novembre ha stabilito un altro nuovo massimo storico superando i $68.000. Ma poi è crollato nel 2022.

Bitcoin e, in generale, il mercato delle criptovalute appaiono in crisi quest’anno a causa dell’incertezza macroeconomica in corso, guidata principalmente dall’aumento dell’inflazione, da un mercato azionario traballante, dall’aumento dei tassi di interesse e dai timori di recessione. Bitcoin ha perso più di due terzi del suo valore dallo scorso novembre ma il pessimismo sta lasciando il posto a una ripresa che vede già la regina delle crypto andare verso quota $24.000 dopo aver sfiorato persino i $17.000.

Gli esperti sono molto divisi sul valore di Bitcoin nel 2022 ma sono tantissimi quelli che indicano una cifra: $100.000, che attualmente appare improponibile ma è solo una questione di quando, non di se. Il passato di Bitcoin potrebbe fornire alcuni indizi su cosa aspettarsi in futuro, secondo Kiana Danial, autrice di “Cryptocurrency Investing for Dummies”.

Danial afferma che ci sono stati molti picchi enormi seguiti da ritiri del prezzo di Bitcoin dal 2011. “Quello che mi aspetto da Bitcoin è volatilità a breve termine e crescita a lungo termine”.

Criptovalute, previsioni 2022: Ethereum

Ethereum è la seconda criptovaluta più grande e l’altcoin più conosciuta sul mercato. Negli ultimi sei anni, il suo valore è cresciuto enormemente, da $0,311 al suo lancio nel 2015 a circa $4.800 al suo massimo alla fine dello scorso anno.

Sebbene sia lontano dal suo massimo storico, il prezzo di Ethereum ha il potenziale per aumentare enormemente per il resto del 2022.

A differenza di Bitcoin, Ethereum sta vivendo una fase di grande eccitazione per un evento epocale, il più importante dalla sua fondazione: The Merge.

Si tratta del passaggio dalla proof of work alla proof of stake che renderà la blockchain più veloce, economica e green. Ethereum 2.0 ci sarà prima del previsto e alla notizia del test superato con successo su testnet Goerli, ETH è subito schizzata in alto del 14%.

Se il passaggio definitivo su mainnet, che dovrebbe avvenire a settembre, andrà bene, gli esperti prevedono che ETH possa sfondare il muro dei $4.000 già quest’anno

Cosa significa la volatilità dei prezzi di Bitcoin ed Ethereum per gli investitori

La volatilità di Bitcoin ed Ethereum è un motivo in più per gli investitori per giocare a lungo termine. Se stai acquistando per un potenziale di crescita a lungo termine, non preoccuparti delle oscillazioni a breve termine. La cosa migliore che puoi fare è non guardare il tuo investimento in criptovaluta. Come gli esperti continuano a dirci, ogni volta che c’è un’oscillazione dei prezzi, sia al rialzo che al ribasso, la reazione emotiva può indurre gli investitori ad agire in modo avventato e prendere decisioni che si traducono in perdite sul loro investimento.

Il futuro delle crypto

Parlando di criptovalute, previsioni 2022 possiamo speculare sul valore che i vari asset potrebbero avere per gli investitori nei prossimi mesi e anni (e molti lo faranno), ma la realtà è che si tratta ancora di un investimento nuovo e speculativo, senza molta storia su cui basare le previsioni.

Non importa cosa pensa o dice un determinato esperto, nessuno lo sa davvero. Ecco perché è importante investire solo ciò che si è disposti a perdere.

criptovalute previsioni 2022

Articoli correlati

Vitalik: “Pagamenti In Crypto Aumenteranno”

Bitcoin Previsioni (Sbagliate…)

Ethereum, Funziona la PoS Su Goerli, ETH Su Del 14%

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *