• bitcoinBitcoin$29,760.001.30%
  • ethereumEthereum$1,981.710.03%
  • ElrondElrond$88.20-2.78%

Cos’è il DEX Maiar e qual è la sua piattaforma all’interno dell’ecosistema Elrond?

Cos'è il DEX Maiar

L’exchange Maiar è un DEX di tipo Automated Market Maker (AMM) che utilizza l’infrastruttura Elrond per consentire lo scambio economico e quasi istantaneo dei suoi token nativi.

È un DEX nel vero senso della parola: invece di fare trading con order book, la piattaforma consente a ogni utente di interagire con uno smart contract o una pool di liquidità per effettuare lo scambio tra due token, X e Y, e il prezzo di ogni asset digitale viene stabilito attraverso una formula matematica.

La formula utilizzata da Maiar DEX è quella più comunemente utilizzata in un AMM, quella che ha dimostrato di funzionare meglio, come nel caso di Uniswap. X per Y è uguale a K, dove K è la costante, il che significa che la liquidità totale della pool deve rimanere costante.

Prima di parlare di liquidità, del farming o dei token che possiamo trovare su Maiar DEX e così via, dobbiamo citare MEX, il token utilizzato per la base della piattaforma.

MEX è un token nativo di Elrond che non ha un limite massimo definito ma la cui fornitura massima ha già superato gli 8 trilioni di coin, per lo più attraverso premi offerti a coloro che aiutano la piattaforma a funzionare.

L’obiettivo principale del token è creare un ambiente di incentivi che stimolerà l’integrazione di liquidità per tutte le coppie di token. Ciò che aiuta un exchange decentralizzato a funzionare è la liquidità della comunità: per trarne vantaggio, occorre un sistema di ricompense.

Ad ogni modo, il team apporterà meccanismi deflattivi all’interno del sistema.

maiar ecosistema Elrond EGLD

La strategia iniziale del team per portare l’exchange a un punto in cui le sue componenti funzionassero armoniosamente era generare un APY alto per attirare i fornitori di liquidità nell’equazione che aumenta automaticamente il valore totale bloccato o TVL.

Si tratta di un sistema catalizzante che crea un ciclo positivo generando TVL e APY più elevati e quindi un interesse crescente verso il token.

Questa strategia che include anche la distribuzione iniziale di MEX verso i detentori di EGLD e verso pool di liquidità come EGLD/MEX, EGLD/USDC e il pool MEX, ha registrato finora un grande successo, come mostrano i numeri.

Il volume di scambio delle 24 ore è di oltre $ 1 milione ed è stato così per un po’ di tempo, il che non è un’impresa da poco, considerando che il DEX presenta pochi token, ovvero EGLD, MEX, USDC e RIDE.

Le commissioni di transazione sono solo dello 0,3% con lo 0,25% destinato ai fornitori di liquidità e lo 0,05% utilizzato per acquistare automaticamente MEX sul mercato per poi fare burning.

Per quanto riguarda le pool di liquidità, al momento abbiamo 4 pool attive. Per le prime tre, i premi sono in MEX mentre per l’ultimo sono in LKMEX, che significa MEX bloccato.

È possibile ottenere LKMEX tramite le pool che abbiamo ricordato oppure tramite le farm MEX dove chi blocca le ricompense riceve un APR doppio.

LKMEX avrà sempre lo stesso valore del token MEX ma un’utilità diversa. Si può mettere in stake LKMEK e utilizzare questi token per aggiungere liquidità a determinate pool.

Ci sono anche farm che generano rendimento per i fornitori di liquidità che scelgono di tenere i loro token LP in staking. L’obiettivo è semplice: creare un canale di premi per gli utenti che aiutano maggiormente la piattaforma a funzionare senza intoppi.

 

Il futuro di Maiar e dell’intero ecosistema Elrond

Come previsto, il team pensa di attirare utenti da Ethereum e Binance Smart Chain attraverso vari incentivi consentendo di convertire i loro token ERC-20 o BEP-20 in token Elrond Standard Digital Tokens (ESDT).

Maiar Dex funge anche da porta verso un universo DeFi che ha raggiunto la maturità con vari prodotti che coprono tutte le esigenze degli utenti.

Abbiamo marketplace NFT basati su Elrond e altri prodotti di questa nicchia che sono ancora in fase di sviluppo. Tra le piattaforme già lanciate possiamo citare emoon.space, trust.market e deadrare.io.

Va infine ricordato che Elrond ha acquistato uTrust, una piattaforma di pagamento. uTrust e la sua coin UTK rappresentano alcuni dei nostri progetti preferiti relativi ai pagamenti web3, quindi l’acquisto dell’azienda da parte di Elrond ci fa sentire bullish.

 

Conclusioni

Come abbiamo visto, l’infrastruttura del progetto ha raggiunto un ottimo livello. Abbiamo uno scambio decentralizzato con un segmento NFT che ha iniziato a prendere forma e una delle comunità più attive nello spazio crypto, quindi non possiamo che essere bullish su questo progetto e su tutte le iniziative collaterali.

ARTICOLO PRECEDENTEARTICOLO SUCCESSIVO

Leave a Reply

Your email address will not be published.